Bollette luce e gas, consumi online: come funziona il Portale consumi

Economia

Il sito permette di capire meglio i propri consumi, divisi per periodo e - nel caso dell'elettricità - anche per fascia oraria

È online Portale Consumi, il sito istituzionale che si propone come "l'archivio" delle nostre bollette di luce e gas. I consumatori possono accedere per avere informazioni su prezzi, forniture e consumi. Un modo per tenere d'occhio le spese e capire come risparmiare e sprecare meno.

A cosa serve Portale Consumi

Il servizio, gratuito, fornisce "informazioni tecniche e contrattuali con modalità semplice e sicura". Come si legge sul portale, l'obiettivo principale è "aumentare la consapevolezza delle proprie abitudini di consumo energetico e di conoscere la propria impronta energetica". Il sito è prodotto da Acquirente Unico S.p.A. (società per azioni del gruppo Gestore dei servizi energetici) che il Mise ha presentato nei giorni scorsi come uno strumento utile per aumentare la consapevolezza degli utenti circa i propri consumi energetici. In un primo momento, il sito mette a disposizione i dati relativi agli ultimi 12 mesi, con livelli di dettaglio che variano a seconda del settore e del tipo di contatore installato. Sin da subito, è possibile selezionare diversi periodi (mese o trimestre, ad esempio). Nel caso dell'energia elettrica, i dati saranno anche distinti per fascia oraria, anche se solo nel caso in cui il contatore è elettronico. Si tratta, in ogni caso, di letture di contenuti effettivi e non stimati (metodo usato da diversi operatori). Ecco perché quanto riportato sul portale potrebbe variare dalle cifre in bolletta. I dati consultati possono essere scaricati dall'utente in qualsiasi momento.

Come funziona

Il portale aggrega tutti i dati già a disposizione degli utenti tramite le bollette, in modo da creare uno storico e un'analisi precisa dei dati di consumo e, di conseguenza, permetterà di far capire meglio ai diversi comparatori le nostre necessità. Nel passaggio al mercato libero di luce e gas questo è un passaggio fondamentale perché auta i cittadini a trovare l'offerta migliore per i loro consumi. Il Portale si svilupperà strada facendo, offrendo dati sempre più specifici in tutte le tipologie e ampliando l'archivio da uno a tre anni. Nelle versioni successive, l'utente potrà anche scegliere se autorizzare l'elaborazione dei propri dati di consumo e ricevere proposte di servizi innovativi "su misura" per elettricità e gas. Tutti possono accedere al Portale Consumi, a patto che abbiano le credenziali di Spid, Sistema Pubblico di Identità Digitale. Per chi ne fosse sprovvisto, è sufficiente inoltrare la richiesta online a uno degli otto gestori autorizzati. I consumi saranno disponibili anche per il download, utile per poter procedere con analisi più puntuali o con l’archiviazione dei costi delle utenze.

Bollette, rincari a luglio

Mentre esordisce il Portale Consumi, arriva anche una brutta notizia: il rincaro dei prezzi dell'energia. Per tutto il mese di luglio – afferma il Codacons – si susseguiranno aumenti su telefonia, energia elettrica e le spese per andare in vacanza. Le tariffe della luce aumenteranno dell'1,9% per decisione dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Un aumento che avviene proprio nel momento di maggior consumo di elettricità da parte delle famiglie, visto il grande caldo di questi giorni. I ritocchi delle tariffe telefoniche, già avviati a giugno, avanzeranno anche nel mese in corso. Ci saranno poi i tradizionali rincari estivi nel settore trasporti, accompagnati per i milanesi dall'incremento dei prezzi per i mezzi pubblici da 1,5 a 2 euro.

Economia: I più letti