Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Istat: Pil +0,2% primo trimestre 2019. Italia esce da recessione. Governo soddisfatto

3' di lettura

Istat segnala variazione positiva dopo i due cali consecutivi registrati negli ultimi trimestri del 2018, chiusi a -0,1%. Crescita dello 0,1% rispetto al primo trimestre del 2018. Conte: "Ci auguriamo nel secondo semestre l'economia possa crescere in maniera sostenuta"

Dopo i cali registrati negli ultimi due trimestri del 2018, il Pil italiano fa segnare una crescita dello 0,2% nel primo trimestre del 2019, rispetto al periodo precedente. Lo rende noto l'Istat. L'economia del nostro Paese è così uscita dalla recessione tecnica dovuta ai risultati negativi del prodotto interno lordo registrati negli ultimi due trimestri del 2018, entrambi chiusi a -0,1%. "L'Italia torna a crescere, il dato Istat sul Pil ci conforta molto su bontà della manovra e misure adottate, tenendo conto del contesto internazionale difficile e con le ultime misure ancora non in vigore. Ci auguriamo nel secondo semestre l'economia possa crescere in maniera sostenuta", ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte da Tunisi.

Salvini e Di Maio soddisfatti

Anche i due vicepremieri Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno commentato in giornata i dati del Pil: "L'Italia fuori dalla recessione dimostra che la direzione intrapresa è quella giusta. Andiamo avanti come un treno verso il cambiamento", ha sottolineato Di Maio. Il ministro dell'Interno Salvini ha invece aggiunto: "I dati positivi sul Pil, sul lavoro e sulla ripresa economica impongono al governo una doverosa e sostanziale riduzione delle tasse. È obbligatorio realizzare al più presto la Flat Tax per imprese, lavoratori e famiglie, come da contratto di governo, senza dubbi o ritardi." 

Crescita dello 0,1% rispetto al primo trimestre 2018

Secondo i dati della prima stima flash dell'Istat, su base tendenziale, cioè nel confronto con il primo trimestre 2018, la crescita è stata dello 0,1%. La crescita del Pil acquisita per il 2019 (quella che si otterrebbe cioè se i prossimi tre trimestri si chiudessero con una variazione nulla del prodotto interno lordo) è pari a +0,1%. Lo comunica sempre l'Istat in base ai dati preliminari dei primi tre mesi dell'anno.

Istat: "Recupero moderato"

All'inizio del 2019 l'economia italiana ha registrato, secondo l'istituto di statistica, "un moderato recupero che ha interrotto la debole discesa dell'attività registrata nei due trimestri precedenti". Nel complesso, "l'ultimo anno si è caratterizzato come una fase di sostanziale ristagno del Pil, il cui livello risulta essere nel primo trimestre del 2019 pressoché invariato rispetto a quello di inizio del 2018". Il primo trimestre del 2019, specifica l'Istat, ha avuto una giornata lavorativa in meno rispetto al trimestre precedente e due giornate lavorative in meno rispetto al primo trimestre del 2018.

Pil ancora inferiore del 5% rispetto a prima della crisi

A 11 anni dall'inizio della crisi economica, il Pil italiano è comunque ancora del 5% inferiore ai livelli prima della crisi, nonostante il moderato rimbalzo dei primi tre mesi del 2019. Il dato emerge dal confronto tra le ultime rilevazioni Istat sul primo trimestre di quest'anno e il primo trimestre del 2008, considerato il picco precedente la grande recessione.

Data ultima modifica 30 aprile 2019 ore 15:30

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"