Gli Usa bloccano Alibaba: stop all'acquisizione di MoneyGram

A realizzare l'acquisizione sarebbe dovuta essere Ant Financial Service, braccio finanziario di Alibaba (Getty images)
3' di lettura

Il Comitato sugli investimenti stranieri di Washington nega l'autorizzazione a un'operazione da 1,2 miliardi di dollari annunciata ad aprile scorso. L'ad della società finanziaria statunitense: "Cambiate condizioni geopolitiche"

Alibaba non potrà acquistare MoneyGram, società statunitense operativa nel trasferimento di denaro. Lo stop è arrivato dalle autorità statunitensi, che hanno bloccato un'operazione ritenuta pericolosa per la sicurezza nazionale. Per Jack Ma sfuma un affare da 1,2 miliardi di dollari.

Rivalità Usa-Cina

La mancata autorizzazione costituisce un nuovo capitolo nelle tensioni – non solo commerciali – tra Cina e Stati Uniti, che da tempo impongono esami sempre più stringenti agli investimenti cinesi nel proprio Paese. In questo caso, MoneyGram International e Ant Financial Service, braccio finanziario della società di e-commerce Alibaba, non hanno avuto il via libera del Comitato sugli investimenti stranieri di Washington (Cfius). Il gruppo guidato da Jack Ma si è visto quindi costretto ad accantonare l'operazione d'acquisto, annunciata lo scorso aprile, che sarebbe costata al colosso cinese circa 1,2 miliardi di dollari.

L'acquisto annunciato ad aprile

Come riporta il sito specializzato "TechCrunch", Ant Financial (azienda che controlla Alipay e altri servizi finanziari associati ad Alibaba) aveva annunciato il possibile acquisto di MoneyGram ad aprile 2017, dopo aver battuto la concorrenza di Euronet. L'operazione si inseriva nell'ottica di implementare, da parte del gigante dell'e-commerce cinese, il suo network di cross-border payment, ovvero i pagamenti transnazionali, soprattutto fra Stati Uniti, India e Filippine.  

I cambiamenti geopolitici

Martedì 2 gennaio, però, l'annuncio congiunto dell'interruzione dell'operazione. "L'ambiente geopolitico è cambiato notevolmente da quando abbiamo annunciato la transazione proposta con Ant Financial quasi un anno fa. Nonostante i nostri sforzi per lavorare in cooperazione con il governo degli Stati Uniti, è ormai chiaro che la Cfius non approverà questa fusione", ha specificato in una nota l'amministratore delegato di MoneyGram, Alex Holmes. Alla base della decisione ci sarebbe, come riporta France Presse, l'incertezza riguardo la sicurezza dei dati dei clienti statunitensi se MoneyGram fosse passata sotto il controllo di Alibaba. Secondo l'analisi di Forbes, però, dietro al divieto ci sarebbero le preoccupazioni del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, che intende evitare un'espansione cinese sul mercato interno dei pagamenti.  

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"