Incidente Ancona, camion si ribalta e schiaccia ambulanza: due morti

Cronaca

Le vittime erano a bordo dell'ambulanza. Un altro volontario della croce rossa  è gravemente ferito. Illeso, ma sotto choc il, l'autista del camion. Coinvolta nello schianto anche un'auto. Si cerca di chiarire la dinamica dell'incidente. Strada chiusa al traffico

ascolta articolo

Due morti e tre persone coinvolte, di cui un ferito grave. Questo è il bilancio dell’incidente stradale avvenuto questa mattina, intorno alle ore 11, in provincia di Ancona, nelle Marche. All’uscita dello svincolo di collegamento tra l’autostrada A14 e la superstrada SS76, all’altezza di Chiaravalle, per cause in corso d’accertamento, un tir si è ribaltato sopra un’ambulanza e un’auto che sopraggiungevano in senso opposto. 

Le vittime e i feriti

approfondimento

Incidenti stradali: scontro nel Mantovano, due morti e quattro feriti

 

L’incidente è avvenuto in prossimità di una curva.  Il camion ha ribaltato il suo carico proprio mentre arrivava l’ambulanza della Croce Rossa di Senigallia rimasta letteralmente schiacciata. L’impatto non ha lasciato scampo a due persone che si trovavano a bordo del mezzo sanitario. Sono morti il conducente 28enne dell’ambulanza e il paziente trasportato. Un altro volontario della Croce Rossa è gravemente ferito ed è stato trasportato all'ospedale di Torrette di Ancona. Illeso, ma sotto choc il, l'autista del camion, mentre non si sa nulla al momento delle condizioni dell'ultima persona coinvolta che era a bordo della Bmw. 

Strada chiusa al traffico

approfondimento

Auto si ribalta a Rivolta d'Adda, morto 41enne

 

Lo svincolo di collegamento tra la strada statale 76 e l'autostrada A14 è stato chiuso al traffico per consentire i soccorsi ed i rilievi volti ad accertare la dinamica dell'incidente. Disagi per chi viaggia in direzione Roma. Sul posto ci sono oltre ai mezzi di soccorso, i Vigili del Fuoco e la polizia fa sapere l'Anas "per la gestione della viabilità e per consentire la riapertura del tratto nel più breve tempo possibile".    

Cronaca: i più letti