Meteo, le previsioni: forte maltempo nel primo weekend di novembre. VIDEO

Cronaca
©Getty

Piogge intense, nubifragi e vento forte: sarà il maltempo a caratterizzare questo primo weekend di novembre. Le temperature in calo e in linea con quelle autunnali porteranno anche la neve sulle Alpi sotto i 1500 metri di quota

ascolta articolo

Un ciclone sta attraversando l'Italia dalla Liguria alla Calabria: il minimo di bassa pressione è attualmente posizionato sul Mar Ligure e si sposterà nelle prossime 48 ore verso le regioni ioniche. Sono attese burrasche forti dalla Liguria alla Sardegna e, successivamente, al Meridione. Il vento sarà accompagnato da un brusco calo delle temperature.  Sono attese nevicate fino ai 1400-1500 metri sulle Alpi e piogge intense verso il Triveneto. Sulle regioni tirreniche, fino alla Campania, insisterà il rischio nubifragi a causa della temperatura calda del mare.

Forte calo delle temperature

approfondimento

Maltempo Campania, autostrada Avellino-Salerno bloccata per ore

Durante il weekend il ciclone si isolerà gradualmente sul Mar Ionio e da questa posizione porterà maltempo al Sud e sul medio versante adriatico. Avremo un crollo delle temperature di 10 gradi rispetto al weekend precedente. Lo scorso 30 ottobre abbiamo registrato 27 gradi al Nord e oltre i 32 al Sud. Il 6 novembre le minime al Nord sfioreranno lo zero e le massime del Sud saranno tipiche di inizio dicembre.

Le previsioni di sabato 5 e domenica 6 novembre

Al Nord tempo discreto con maggiore nuvolosità su Emilia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Migliora domenica con residui annuvolamenti sulla Romagna. Massime tra 15 e 19 gradi. Al Centro sabato molto nuvoloso con piogge e locali temporali sulle regioni adriatiche e il basso Lazio. Schiarite la domenica ma ancora instabile sull’area adriatica. Netto calo delle temperature con massime comprese tra 13 e 18 gradi. Situazione perturbata al Sud con rovesci e temporali anche di forte intensità. Temperature in calo, a metà giornata i valori saranno compresi tra 14 e 20 gradi.

Cronaca: i più letti