Green pass, Lamorgese: "Controlli a campione per carenze organico, ma faremo il massimo"

Cronaca

La ministra dell'Interno: "Incontrerò tutti i prefetti e le forze di polizia per un piano che sarà attuato non solo nei ristoranti e negli esercizi di pubblico spettacolo, ma anche sui mezzi pubblici". Poi un appello ai gestori dei locali: "Serve maggiore collaborazione"

"Noi abbiamo delle carenze di organico, ricordiamoci che gli organici delle forze di polizia sono stati tagliati nel corso degli anni, oggi gli agenti hanno tanti impegni e se fossimo di più sarebbe meglio, ma lavoreremo e faremo dei piani. Saranno controlli a campione e cercheremo di sensibilizzare anche i gestori di locali e piscine". Lo ha detto la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese alla festa del Foglio, a proposito dei controlli relativi al Green pass (COVID, AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

"Incontro con i prefetti per un piano di controlli, faremo il massimo"

vedi anche

Covid, dal Super Green Pass alle misure locali: ecco le nuove regole

Lamorgese ha comunque assicurato che nonostante il deficit di personale "c'è tutto l'intento di fare il massimo anche in relazione alla nuova variante" del coronavirus. "Noi domani mattina - ha spiegato la ministra - abbiamo un incontro con tutti i prefetti e le forze di polizia per stabilire un piano di controlli che poi sarà declinato sul territorio". Questo piano sarà attuato "non solo nei ristoranti e negli esercizi di pubblico spettacolo, ma anche sui mezzi pubblici e nelle metropolitane. Secondo Lamorgese i "controlli sono necessari anche per dissuadere chi pensa di eludere le regole".

"Serve maggiore collaborazione dai gestori dei locali"

vedi anche

Super Green pass, le novità per la app per i controlli

Lamorgese ha anche tracciato un bilancio sulle verifiche relative all'emergenza Covid. "Da gennaio ad oggi - ha detto - abbiamo controllato 28 milioni di persone, circa 3,6 milioni di luoghi pubblici come i ristoranti. E' stato fatto tanto e andrà fatto ancor di più, con forze che abbiamo e anche con il ricorso alla polizia locale. Ce la metteremo tutta". Fino ad ora, sulle norme anti-Covid, secondo la ministra "la maggior parte degli italiani sono stati obbedienti e rispettosi delle regole e questo ha aiutato anche le forze di polizia. Certo che da parte dei gestori dei locali occorrerebbe una maggiore collaborazione".

"Migranti non provengono da Paesi chiusi ai voli"

vedi anche

Variante Omicron, ecco i Paesi europei in cui si sono registrati casi

Rispondendo a una domanda sulla variante Omicron e sul tema dei migranti, la ministra ha spiegato: "Abbiamo visto quali sono i Paesi chiusi ai voli, non mi sembra che ci siano nella lista Stati da cui provengono" i migranti, "tra l'altro quando giungono in Italia noi li vacciniamo. E' un problema generale". E sulle manifestazioni 'no Green pass' Lamorgese ha detto: "Bisogna tener conto di coloro che vogliono fare la manifestazione" che però deve essere "con delle regole e ove possibile in forma stabile" e non deve "ledere i diritti alla mobilità, allo studio, di chi ha negozio e di chi vuole - in questo momento - uscire a fare delle spese per Natale". E ha aggiunto: "Mi pare che in questo momento le manifestazioni si stanno svolgendo ma mi pare con una minore presenza e partecipazione. Evidentemente chi doveva capire ha capito che forse non vale la pena insistere più di tanto".

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24