Covid, in Veneto focolaio ai mondiali di Kickboxing di Jesolo

Cronaca

Sono 15 le positività registrate tra atleti e membri degli staff. Sportivi da tutto il mondo si erano ritrovati al PalaInvent jesolano per il 'Wako World Kickboxing Championship Italy 2021'

A Jesolo, nel Veneto orientale, si sono svolti nelle settimane centrali di ottobre (dal 15 al 24) i campionati del mondo di kickboxing: il ‘Wako World Kickboxing Championship Italy 2021’. Un evento che ha richiamato decine di atleti internazionali, ma che si è trasformato anche in un focolaio di contagi. Quindici persone, tra kickboxer e membri degli staff, sono state trovare positive al Covid-19.

La risalita di contagi in Veneto

vedi anche

Covid: Veneto, 503 nuovi casi e un decesso in 24 ore

Nei primi giorni di ottobre il Veneto aveva registrato un sensibile rallentamento dei contagi. Da qualche giorno, però, questi sono ricominciati a salire. In particolare, come rilevato dal Dipartimento di prevenzione dell’Ulss 4, i più colpiti sono i comuni più popolosi della parte orientale della Regione come San Donà, Portogruaro e, appunto, Jesolo. Dei 15 positivi che avevano preso parte alla manifestazione nel PalaInvent jesolano, 10 sono rientrati nei rispettivi Paesi d’origine: Bulgaria, Serbia, Slovenia e Ucraina. Altri 5, da Irlanda, Kazakistan e Russia, sono ancora in isolamento nel proprio albergo. Infine, una ragazza di nazionalità russa, sintomatica, è attualmente seguita dal personale dell'Unità Speciale di Continuità Assistenziale.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24