Settimana dal sapore invernale: le previsioni meteo di martedì 12 ottobre

Cronaca

Dalla sera di mercoledì è attesa una nuova irruzione di aria fredda e la contemporanea formazione di un ciclone sul basso Tirreno. Un mix che porterà forte maltempo al Sud (Sicilia e Calabria le regioni più colpite) e neve in Appennino a 1300 metri di quota. Farà sempre più freddo su tutte le regioni

Temporali, vento forte e anche neve: dopo un martedì più tranquillo è in arrivo una nuova fase di maltempo per la formazione di un’area di bassa pressione sul Mar Tirreno. Temperature di 3-5 gradi al mattino si potranno toccare in città come Torino, Milano, Bologna e Firenze, mentre le gelate notturne saranno diffuse già oltre i 700 metri di altezza.

Correnti di origine artica

Tra mercoledì e giovedì il freddo raggiungerà l’Italia facendo irruzione dalla Porta della Bora. L'ingresso di venti forti e freddi genererà la formazione di un vortice sul Mar Tirreno. Il tempo peggiorerà rapidamente al Nordest per poi concentrarsi ancora una volta al Sud e sulle regioni adriatiche centrali dove piogge, temporali e nubifragi potranno colpire molte zone. Con i venti freddi tornerà a cadere la neve sugli Appennini a quote relativamente basse per il periodo e sopra i 1300-1400 metri circa.

Le previsioni di martedì 12 ottobre

Al Nord prevalenza di tempo stabile e spesso soleggiato. Temperature ancora stabili con massime tra 16 e 20 gradi, freddo al mattino.  Anche al Centro il meteo sarà piuttosto tranquillo, sono attesi sporadici annuvolamenti ma senza piogge. Massime tra 17 e 21 gradi.  Situazione ancora instabile al Sud con piogge isolate su Molise, Puglia e Sicilia settentrionale.  Altrove variabile con alternanza di sole e nuvole. Massime comprese tra 17 e 22 gradi.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24