Tromba d'aria a Pantelleria, almeno 2 morti e 9 feriti: 4 sono in gravi condizioni

Cronaca
da Facebook Regione Siciliana - Dipartimento Regionale della Protezione Civile

L'evento meteorologico improvviso si è abbattuto con forza nella zona di Campobello, travolgendo almeno dieci auto. Oltre alle due vittime, scaraventate fuori dalle proprie auto, ci sono almeno quattro persone in gravi condizioni. Il sindaco proclama il lutto cittadino

Una improvvisa e devastante tromba d'aria si è abbattuta sull'isola di Pantelleria, nella zona di Campobello. Un evento estremo che si è verificato intorno alle 19.30 e che ha provocato la morte di almeno due persone e il ferimento di altre nove: quattro di queste sono in gravi condizioni. La tromba d'aria avrebbe travolto almeno dieci auto. Per sabato 11 settembre è stato proclamato il lutto cittadino dal sindaco Vincenzo Campo con un post sui social. "L'Amministrazione comunale si stringe con affetto e sgomento attorno alle famiglie delle vittime", scrive il primo cittadino (LE FOTO).

da Facebook Regione Siciliana - Dipartimento Regionale della Protezione Civile

Vittime scaraventate fuori dalle auto

vedi anche

Tromba d'aria a Pantelleria, almeno 2 morti e 9 feriti. FOTO

La tromba d'aria ha colpito una zona costiera dell'isola. Le due vittime sono abitanti di Pantelleria: si tratta di Giovanni Errera, di 47 anni, vigile del fuoco in servizio sull'isola, e di una pensionata di 86 anni, Francesca Valenza. I due viaggiavano a bordo delle loro auto, sulla strada che porta al lago di Venere, quando sono stati investiti dalla forza del vento e scaraventati fuori dall'abitacolo, una su un muretto, l'altra a terra. I feriti, quattro dei quali sono in gravi condizioni, sarebbero stati coinvolti in incidenti stradali provocati proprio dalla furia del maltempo.

Feriti trasferiti negli ospedali di Palermo

I sanitari del 118 stanno organizzando il trasferimento dei feriti negli ospedali di Palermo. Il primo dovrebbe avvenire non appena le condizioni meteo consentiranno di fare alzare l'elisoccorso in sicurezza. Intanto proseguono nella zona della tromba d'aria i sopralluoghi da parte dei carabinieri, che sono stati i primi a organizzare i soccorsi insieme ai sanitari in servizio sull'isola e che stanno facendo la conta dei danni.

 

I testimoni: "Tutto è successo in un momento"

I testimoni hanno parlato di un boato improvviso. "Sentivo pioggia e vento fortissimi, qualcosa di davvero anomalo per la nostra isola. Tutto è successo in un momento", racconta un residente in contrada Karuscia, a Pantelleria, zona a poco meno di un chilometro dal luogo del disastro. "Dall'intensità della pioggia sembrava come un tornado che veniva dal mare, da casa non riuscivamo a uscire, tanto era forte il vento. A un certo punto è andata via anche la luce e a quel punto abbiamo pensato che la tromba d'aria aveva provocato danni seri, anche se non potevamo immaginare ci fossero anche delle vittime". Le condizioni meteo sull'isola, nel frattempo, sono in leggero miglioramento.

da Facebook Regione Siciliana - Dipartimento Regionale della Protezione Civile

"Scena apocalittica"

approfondimento

Messina, clochard trovata morta: interrogato sospettato dell’omicidio

Il sindaco Vincenzo Campo sta seguendo e coordinando le operazioni di soccorso: "Ha coinvolto case e diverse auto - spiega il sindaco - sono in corso le ricerche. Stiamo ancora valutando quello che è successo". "Quella che si è presentata ai nostri occhi è stata una scena apocalittica", a dirlo è un soccorritore del 118 intervenuto in contrada Campobello. "Sono vicino alle famiglie delle vittime. La tromba d'aria che si è abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due morti, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari", ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci.

"La mia casa sventrata. Questa notte sarà costretto a dormire da mia figlia"

leggi anche

Maltempo in Francia, record di pioggia ad Agen. LE FOTO

"Casa mia è stata sventrata, il tetto e le porte non ci sono più", racconta Mario Valenza, che abita in contrada Campobello a Pantelleria. La sua abitazione è stata investita in pieno dalla tromba d'aria che, oltre a due morti e nove feriti, ha causato diversi danni. "Io non ero a casa in quel momento - racconta - dentro c'era solo Assian, il mio pastore maremmano. Lui si è salvato perché, per la paura, si è nascosto sotto il letto, scampando così alla furia del vento e dell'acqua". Il vortice è entrato dalla finestra distruggendo tutto ciò che era all'interno. Mario Valenza andrà a casa della figlia: "Tornerò nella mia abitazione e con l'aiuto delle torce recupererò alcuni oggetti personali, come il pc. Domani, con la luce del giorno, tornerò per effettuare un sopralluogo più accurato".

Cocina (Protezione civile": "Fenomeno imprevedibile" 

leggi anche

Maltempo in Trentino, Giunta approva aiuti per zone colpite

Salvatore Cocina, dirigente regionale della Protezione civile che sta coordinando i soccorsi, ha spiegato che "è stata una tromba d'aria che si è formata in mare e che ha percorso la terra ferma per alcune centinaia di metri. Per fortuna non ha raggiunto l'aeroporto che si trova non molto distante. Sono fenomeni imprevedibili che hanno origine quando il mare è molto caldo. Ce n'è stata un'altra nel 2018". Poi ha aggiunto: "Avevamo previsto maltempo nella zona del Tirreno e non certamente in quel tratto di mare. Il bilancio fino ad ora è di due morti, nove feriti e quattro case scoperchiate. Pare che il vigile del fuoco morto era a bordo di un Land Rover Defender. Una delle dieci auto che sono state sollevate in aria dalla furia della tromba d'aria". 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24