Incendio a Pescara: brucia la Pineta dannunziana

Cronaca

Oltre 30 persone in ospedale per intossicazione da fumo. Le fiamme, alimentate dal forte vento caldo, minacciano abitazioni e stabilimenti balneari

A Pescara un incendio di vaste proporzioni sta devastando la zona sud della città, tra fosso Vallelunga, via Scarfoglio e via Terra Vergine. Sono oltre 30, secondo quanto si apprende da fonti sanitarie, le persone finite in pronto soccorso, a Pescara, in seguito all'incendio che ha devastato la zona Sud della città. Alcune delle persone in questione, tra cui una bambina e due suore che vivevano in una struttura della zona della Pineta, sono state trasportate dal 118, ma la maggior parte ha raggiunto l'ospedale autonomamente. In tutti i casi si tratta di persone che hanno riportato una lieve intossicazione dopo aver inalato fumi, ma nessuna di loro ha riportato conseguenze più gravi. Oltre a diverse abitazioni è stata evacuata la casa di riposo di via Paolo De Cecco.

Aperto un posto di soccorso per intossicati lievi

Per curare gli intossicati lievi è stato aperto al porto turistico un posto di soccorso gestito dal 118. Almeno una quindicina le ambulanze entrate in servizio. I vigili del fuoco, in azione con gli elicotteri, fanno fatica a gestire tutti i fronti dell'incendio. Fughe intanto dalle spiagge: le scintille, spinte dal vento, hanno fatto incendiare le palme degli stabilimenti balneari.

Brucia anche la Pineta dannunziana

leggi anche

Napoli, incendio in una palestra nel quartiere Fuorigrotta

Anche la Riserva dannunziana sta bruciando. Ad alimentare le fiamme è anche il forte vento, che ha permesso all’incendio di propagarsi rapidamente mettendo in pericolo le tante abitazioni presenti in zona. Nella zona sud della città ci sono decine di uomini di tutte le forze dell'ordine in azione con i Vigili del Fuoco. Nel Pescarese sono in corso numerosi incendi e personale e mezzi sono tutti impegnati.  I cittadini sono in strada con secchi e tubi da giardino. L'area è stata raggiunta da un canadair, che sta effettuando i primi lanci.

Il sindaco Carlo Maschi: "Lavoriamo con tutti gli uomini disponibili"

leggi anche

Incendi, Mario Draghi firma dpcm: mobilitazione per Sicilia

Sul posto anche il sindaco di Pescara, Carlo Masci, che sta coordinando le operazioni di spegnimento del vasto rogo. "Abbiamo dovuto evacuare diverse abitazioni e anche stabilimenti balneari a causa del fumo e dei lapilli. Stiamo lavorando con tutti gli uomini disponibili. Il principale avversario è il vento caldo. Con l'elicottero dei vigili del fuoco si sta cercando di limitare i danni". 

Regione Abruzzo: emergenza incendi, chiesti mezzi a Roma

vedi anche

Incendi in Sicilia, la Nasa fotografa colonna di fumo nel Palermitano

"In Abruzzo è emergenza incendi: ci sono fronti aperti in ogni provincia e la macchina regionale e della protezione civile è mobilitata, il presidente Marsilio è a Pescara, dove ci sono le preoccupazioni maggiori, e dove sta partecipando ad una riunione in prefettura con i sindaci dei territori coinvolti". Così il capo segreteria della presidenza della Giunta abruzzese, Massimo Verrecchia, sulla emergenza incendi scattata nella giornata di oggi. Verrecchia, in prima linea con tanti suoi colleghi e con il presidente Marsilio, fa sapere che la Regione, direttamente e attraverso le prefetture, ha chiesto mezzi e risorse a Roma.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24