Cinema, morto a Roma l'attore Libero De Rienzo: aveva 44 anni

Cronaca
©Ansa

Nato a Napoli nel 1977, è deceduto per un infarto. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine. Nel 2002 vinse il David di Donatello per "Santa Maradona". Tra i suoi film più celebri “Fortapàsc” e “Smetto quando voglio”

L’attore Libero De Rienzo è morto all'età di 44 anni, stroncato da un infarto, nella sua casa romana. Nato a Napoli nel 1977, aveva intrapreso la carriera dello spettacolo sulle orme del padre, Fiore De Rienzo, che è stato aiuto regista di Citto Maselli. Libero aveva vinto il David di Donatello nel 2002 per Santa Maradona (TUTTO SUL FILM CULT). Nel 2006, nel film Fortapàsc di Marco Risi, ha interpretato il giornalista napoletano Giancarlo Siani. Tra i suoi lavori successivi, “Smetto quando voglio” (2014) e nel 2019 il film “A Tor Bella Monaca non piove mai” (TUTTI I SUOI FILM). Intanto, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla morte dell'attore ed è stata disposta l'autopsia.

Chi era Libero De Rienzo

vedi anche

Libero De Rienzo morto: il ricordo di attori e amici sui social FOTO

Benché abitasse dall'età di due anni a Roma, Libero De Rienzo era legato alla città di Napoli. Sposato con la costumista Marcella Mosca, lascia due figli di 6 e 2 anni. Dopo i funerali (la cui data non è stata ancora fissata) la salma sarà inumata in Irpinia, accanto alla mamma.

La carriera

vedi anche

Addio a Libero De Rienzo, i film: da Fortapàsc a Smetto Quando Voglio

Il suo primo film di grande successo è stato “Santa Maradona” di Marco Ponti. Per il suo ruolo di Bart ottiene apprezzamenti dalla critica e vince il David di Donatello nel 2002 come miglior attore non protagonista. Nel 2004 è protagonista insieme a Vanessa Incontrada di A/R Andata + Ritorno, sempre diretto da Ponti. È stato poi sceneggiatore, nonché regista e attore, nella pellicola Sangue - La morte non esiste. Partecipa ad alcune produzioni televisive, tra cui si ricordano quelle su Nassiriya e Aldo Moro di Tavarelli. Nel 2009 torna al cinema con Fortapàsc di Marco Risi. La sua intensa interpretazione di Giancarlo Siani, il giornalista ucciso dalla Camorra, gli vale una candidatura ai David come attore protagonista. Nel 2014 è uno dei protagonisti di Smetto quando voglio di Sydney Sibilia (per cui ottiene una nuova candidatura ai David), e partecipa anche ai due sequel del 2017.  Tra i suoi ultimi lavori il film "Appunti di un venditore di donne", tratto dal romanzo di Giorgio Faletti.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24