Covid, news. Bollettino: 12.694 casi, tasso positività al 5,5%. I morti sono 251

©Ansa

Il governo al lavoro per il 'pass' sugli spostamenti e l'accesso ad eventi. Sarà il Cdm tra martedì e mercoledì prossimo a varare un decreto con le nuove regole. Le riaperture  già dividono e Speranza ribadisce: "Ci assumiamo un rischio, ma serve l'aiuto di tutti". La Lega vuole posticipare il coprifuoco. Vaccini, le dosi somministrate superano i 15 milioni. Breton: "L'Italia riceverà nei prossimi tre mesi dalla Ue 54 milioni di vaccini dei quattro finora approvati, cioè tre volte di più di quelli ricevuti finora"

1 nuovo post

Vaccini. Breton: speriamo contare su 55 mln dosi di J&J

"Non so quando il vaccino Johnson&Johnson avrà il via libera, ma abbiamo fiducia. L'agenzia europea del farmaco è la migliore al mondo sta eseguendo una serie di studi complementari. Spero che ci saranno 55 milioni di dosi da poter utilizzare in Europa". Lo ha detto il commissario della Ue per il mercato interno Thierry Breton, intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa.
- di Redazione Sky TG24

Vaccini, Emiliano: con giuste dosi Puglia presto in sicurezza

"Se avessimo vaccini per tutti potremmo mettere in sicurezza la popolazione entro l'estate. Solo nell'ultima settimana abbiamo fatto oltre 210mila somministrazioni. E ciononostante dobbiamo rallentare fino all'arrivo dei prossimi carichi". Lo scrive su Facebook il governatore Michele Emiliano. "La Puglia - aggiunge - oggi è per capacità vaccinale sopra quasi tutte le più grandi Regioni italiane alla pari dell'Emilia Romagna che, a parità di abitanti, ha il doppio degli ospedali e della medicina territoriale della Puglia, ventimila medici, infermieri e operatori sanitari in più rispetto a noi e un budget sanitario su cui contare di circa 400 milioni all'anno più ricco del nostro. Questo a causa di uno storico divario tra regioni del Nord e quelle del Sud". "Facciamo le nozze con i fichi secchi, siamo stremati dalla fatica per la mancanza di personale - rileva - ma stiamo facendo da pugliesi tutto il nostro dovere fino in fondo". "Qualcuno - prosegue Emiliano - giustamente si lamenta dei disservizi che si verificano. La logistica di questa campagna vaccinale è veramente complicata. Tre vaccini diversi, destinati ciascuno a persone con caratteristiche diverse, da sporzionare artigianalmente non disponendo di monodosi, da scongelare e conservare a temperature diverse con tempi di consegna e immediato utilizzo differenti". "Tutti - conclude - stanno facendo i salti mortali e i dipartimenti di prevenzione hanno agito al meglio delle loro possibilità con enorme dedizione. Ma è capitato in alcuni momenti di dover attendere l'arrivo e lo scongelamento delle dosi supplementari e in alcuni hub si è verificato del caos, con disagi pesanti per chi era in fila, di cui mi dispiace moltissimo".
- di Redazione Sky TG24

Emiliano a Figliuolo: più vaccini e in base alla popolazione

"Ho appena scritto al Commissario Figliuolo per ottenere altri vaccini, almeno sino a che non arriveranno i carichi previsti per mercoledì, che ho chiesto comunque di anticipare". Lo comunica su Facebook il governatore pugliese, Michele Emiliano, aggiungendo di aver chiesto a Figliuolo "che la ripartizione dei vaccini venga fatta in parti eguali tra le regioni in base alla popolazione per consentire gli stessi tempi di inoculazione". "La Puglia - sottolinea Emiliano - è la terza regione in Italia per vaccini somministrati rispetto a quelli ricevuti. Ciononostante dobbiamo rallentare la nostra velocità di somministrazione per mancanza di vaccini". "Stiamo portando avanti a pieno ritmo la nostra campagna - prosegue - abbiamo recuperato la riprogrammazione dopo il cambio di regole su Astrazeneca, secondo il piano previsto da Pierluigi Lopalco insieme al dipartimento Salute, le Asl, la protezione civile, i sindaci, le prefetture. Ma da Roma ci chiedono di rallentare perché mancano le dosi". "Ringrazio il Commissario Figliuolo per il grande lavoro che sta facendo per noi - evidenzia - spero davvero riesca a farci arrivare un carico supplementare che ci consenta di arrivare a mercoledì senza troppi disagi, in attesa dei carichi programmati che però non sono comunque sufficienti".

- di Redazione Sky TG24

Covid, Breton: a giugno arriverà il pass green Ue

L'Unione europea prevede di introdurre il passaporto vaccinale a partire da metà-fine giugno. Lo ha ribadito il commissario per il mercato interno Thierry Breton, intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa. Breton ha aggiunto che "il certificato digitale verde" non sarà obbligatorio e potrà essere ottenuto non solo dai vaccinati che hanno ricevuto due dosi, ma anche da "chi ha avuto il Covid e ha sviluppato gli anticorpi". Si potrà poi "viaggiare, andare a teatro, in aereo o allo stadio anche eseguendo un tampone molecolare".

- di Redazione Sky TG24

Vaccini, Breton: 54 milioni dosi a Italia nei prossimi 3 mesi

"L'Italia riceverà nei prossimi tre mesi dalla Ue 54 milioni di vaccini dei quattro finora approvati, cioè tre volte di più di quelli ricevuti finora". Lo ha detto il commissario per il mercato interno Thierry Breton, intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa. "Ciò - ha aggiunto Breton - permetterà di arrivare a vaccinare il 70 per cento degli adulti entro luglio".
- di Redazione Sky TG24

Covid, domani bar e ristoranti aperti in Trentino

La giunta provinciale di Trento ha approvato, in seduta straordinaria la delibera che consente a bar e ristoranti, a partire da domani e nella fascia oraria 5-18, di effettuare il servizio al tavolo all'aperto. Come annunciato venerdì scorso dal presidente Fugatti, ci si avvale della legge del 13 maggio scorso, con particolare riferimento al passaggio che recita testualmente: "Per consentire la ripresa delle attività economiche, incrementando nel contempo la sicurezza di operatori e clienti, la Giunta provinciale può dettare prescrizioni di carattere organizzativo e sanitario anche ulteriori rispetto a quelle individuate nell'ambito dei protocolli condivisi di regolamentazione sottoscritti tra il Governo o i ministeri e le parti sociali. Queste prescrizioni non possono derogare ai principi e alle linee generali dei suddetti accordi e sono adottate, previa valutazione dell'evoluzione dell'epidemia sul territorio, sentite le associazioni datoriali e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, anche per consentire la riapertura di determinate attività in modo anticipato rispetto a quanto previsto dalla disciplina statale".
- di Redazione Sky TG24

Vaccini Usa, Fauci prevede ritorno J&J con avvertenze o limiti

Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e consulente medico della Casa Bianca per la pandemia, prevede che entro venerdì prossimo sarà presa una decisione sul vaccino anti Covid Johnson & Johnson e ipotizza che esso tornerà nel mercato accompagnato da restrizioni o avvertenze. Non voglio anticipare il Cdc o la Fda (le autorità regolatorie Usa su sanità e farmaci) e la commissione di esperti, ma immaginerei che quello che verrà detto è questo: che tornerà con delle avvertenze o restrizioni", ha detto alla Cnn. 
- di Redazione Sky TG24

Vaccini, Toscana supera 1 mln di dosi e recupera su over 80

"Continua la campagna vaccinale Toscana e oggi è stata superata la soglia del milione di vaccini somministrati! La Toscana ha somministrato 735mila prime dosi e 265mila richiami. L'89% delle dosi ricevute sono state somministrate", inoltre "l'86,9% degli ultra 80enni ha ricevuto almeno una dose, la media italiana è del 79,9%. La Toscana è la terza regione italiana per percentuale di over 80 vaccinati con almeno una dose ed ha dimostrato, con l'impegno di tutti, di aver saputo recuperare il ritardo iniziale". Lo evidenzia il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo che ringrazia "i medici, gli infermieri, i volontari e gli operatori sanitari". "Ora - aggiunge - l'obiettivo che si era dato il presidente Giani, ossia vaccinare tutti gli ultraottantenni toscani con almeno una dose entro il 25 aprile, è davvero raggiungibile". "Per quanto riguarda i fragili - sottolinea - sono state somministrate 51mila prime dosi e 11mila richiami su circa 100mila registrazioni. Con la consegna dei vaccini Moderna che arriveranno tra stasera e domani si potrà accelerare anche su questa categoria. Per i 70-79, invece, siamo sempre in attesa di ulteriori dosi di AstraZeneca per poter riaprire le prenotazioni. Al momento però sono stati vaccinati il 35% dei settantenni toscani". Secondo Mazzeo "la macchina organizzativa della Toscana è in grado di effettuare un milione di somministrazioni al mese ma questo sarà possibile solo se avremo i vaccini".
- di Redazione Sky TG24

Salvini, in prospettiva togliere coprifuoco alle 22

"Se con le riaperture temo il rialzo dei contagi? Gli italiani hanno portato pazienza per un anno, hanno dimostrato rispetto, generosità, solidarietà". Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini al Tg5. "Adesso che con il piano vaccinale si corre, senza più Arcuri e con Figliuolo, tornare a lavorare, il diritto alla vita, allo sport, alla musica, alla salute, alla musica, al volontariato deve essere un patrimonio di tutti gli italiani togliendo in prospettiva anche il coprifuoco alle 10 di sera", aggiunge.
- di Daniele Troilo

Usa, la metà degli americani parzialmente vaccinata

La metà degli adulti americani ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid-19, secondo i dati dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l'agenzia federale Usa per la protezione della salute. Il 50,4% degli ultra diciottenni sono parzialmente immunizzati e il 32% sono interamente vaccinati, una cifra che sale al 65,9% per gli ultra 65/enni. In totale oltre 131,2 milioni di americani hanno ricevuto almeno una inoculazione negli Stati Uniti.
 
- di Daniele Troilo

Salvini: "Via Speranza? Se vede solo rosso, sì"

Il ministro della Salute Speranza deve restare al suo posto?: "Se fa il suo lavoro sì, se fa solo politica vedendo solo rosso e continuando a parlare di chiusure, chiusure, chiusure no". Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini al Tg5.
- di Daniele Troilo

Francia, altri 29 mila casi e terapie intensive piene

La Francia registra altri 140 decessi dovuti al Covid-19, e 29.344 nuove infezioni. Sabato il Paese aveva registrato 35.861 nuovi casi, e domenica scorsa 34.895. Finora, 12,5 milioni di persone in Francia hanno ricevuto la prima dose di vaccino contro il virus. Il numero di pazienti con coronavirus in unità di terapia intensiva (ICU) è aumentato di 16 unità domenica, ha detto il
ministero della Salute, portando il totale delle persone in ICU con la malattia a 5.893. 
- di Daniele Troilo

Vaccini, Toti: "In Liguria più di 73.000 dosi questa settimana

"L'obiettivo che il Commissario per l'emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, ha assegnato alla nostra regione era arrivare a 54.700 vaccini alla settimana. In Liguria questa cifra è stata non solo raggiunta, ma nettamente superata: sono più di 73mila le dosi di vaccino somministrate negli ultimi 7 giorni. La Liguria è ormai vicina al 90% di vaccini somministrati sul consegnato". Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti fa il punto sulla situazione Coronavirus e vaccini. "Sul fronte delle percentuali - prosegue Toti - in Liguria ha ricevuto la prima dose il 22,14% della popolazione residente, mentre a livello nazionale il dato è del 17,5%. Per quanto invece riguarda la seconda dose, la Liguria è all'8,4%, mentre il dato nazionale è del 7,3%". "La curva del contagio - conclude Toti - resta stabile, i dati ad oggi collocherebbero la nostra regione in zona gialla. È importante continuare a impegnarci per mantenere questi risultati e poter così iniziare a ripartire dal 26 aprile". In totale ad oggi risultano 320.954 persone prenotate attraverso la piattaforma di Liguria Digitale. 
- di Daniele Troilo

Covid Lombardia, in centinaia in centro a Bergamo: "Pandemia è fesseria"

Centinaia di persone si sono ritrovate nel tardo pomeriggio di oggi in centro a Bergamo, sul Sentierone, la principale strada pedonale della città bassa, nell'ambito del 'No paura day'. Presenti persone di ogni età, che hanno espresso il loro dissenso sulla gestione della pandemia nella città che, un anno fa, più di ogni altra ha sofferto per l'impatto del coronavirus. Pressoché tutti indossavano comunque la mascherina e non ci sono stati problemi di ordine pubblico. "Oggi verrà più volte chiesto di indossare la maschera, nonostante noi personalmente la riteniamo uno strumento inutile", avevano anticipato, annunciando un evento solo informativo e non dimostrativo. E così è stato. "Libertà di scelta" e "No all'obbligo vaccinale" sono stati gli slogan più diffusi, ma anche "La pandemia è una fesseria". Frasi che, in una città che ha sofferto come Bergamo, non sono ovviamente passate inosservate, con molti passanti che hanno preso le distanze dalla manifestazione.
- di Redazione Sky TG24

Fonti inquirenti: Speranza non agì per rimuovere report Oms

Nell'indagine della Procura di Bergamo sulla gestione dell'emergenza Covid, in particolare in Val Seriana, e sul mancato aggiornamento del piano pandemico nazionale, non ci sono elementi per ritenere che il ministro della Salute Roberto Speranza intervenne per la rimozione dal sito web dell'Oms del report, redatto dal team di ricercatori della divisione europea dell'organizzazione, dal quale risultava l'inadeguatezza dell'Italia nel fronteggiare la pandemia. Lo hanno riferito all'ANSA fonti giudiziarie. Dagli atti d'inchiesta si evince solo che il ministro sapeva ed era irritato per la pubblicazione dello studio.
- di Redazione Sky TG24

Vaccini, Toti: Liguria vicina al 90% dosi somministrate

"La Liguria è ormai vicina al 90% di vaccini somministrati sul consegnato". Lo ha detto stasera il governatore ligure Toti affidando il punto su pandemia e vaccinazioni a una nota. Toti, che ha ricordato come in Liguria si sia "nettamente superato" l'obbiettivo fissato dal commissario per l'emergenza Covid di 54.799 vaccini avendone somministrati oltre 73 mila nell'ultima settimana, ha specificato che "sul fronte delle percentuali in Liguria ha ricevuto la prima dose il 22,14% della popolazione residente, mentre a livello nazionale il dato è del 17,5%. Per quanto invece riguarda la seconda dose, la Liguria è all'8,4%, mentre il dato nazionale è del 7,3%". "La curva del contagio - conclude Toti - resta stabile. I dati ad oggi collocherebbero la nostra regione in zona gialla. È importante continuare a impegnarci per mantenere questi risultati e poter così iniziare a ripartire dal 26 aprile".
- di Redazione Sky TG24

Vaccini, in Piemonte oggi inoculate 24 mila dosi

Sono 24.759 in Piemonte le persone che oggi hanno ricevuto il vaccino contro il Covid. Il dato, delle ore 18.30, è riportato dalla Regione. A 2.779 è stata somministrata la seconda dose. Tra i vaccinati in particolare sono 4.424 gli over80, 6.592 i settantenni (di cui 1.807 vaccinati dai propri medici di famiglia) e 10.409 le persone estremamente vulnerabili. Dall'inizio della campagna si è proceduto all'inoculazione di 1.223.541 dosi (di cui 377.724 come seconde), corrispondenti al 90% di 1.360.920 finora disponibili per il Piemonte. 
- di Redazione Sky TG24

Covid Sicilia, dati falsi: per il gip "quadro desolante"

"A prescindere dalla reale finalizzazione delle continue falsificazioni sui dati rispetto al raggiungimento di specifici obiettivi di carattere politico ed economico, che merita senz'altro un doveroso appronfidimento investigativo, gli atti d'indagine svelano uno scenario desolante in cui con assoluta superficialità e con una approssimazione, ben lontana dagli standard di professionalità richiesti per l'elaborazione di dati corretti e di qualità, venivano gestiti dati tanto significativi per il monitoraggio della pandemia". Lo scrive il gip di Palermo chiamato a rinnovare la misura cautelare disposta, tra gli altri, per la dirigente regionale Maria Letizia Di Liberti, indagata per i falsi dati sulla pandemia comunicati dall'assessorato regionale alla Salute all'Istituto di Sanità. Il gip, dopo il trasferimento dell'inchiesta da Trapani a Palermo, ha revocato i domiciliari alla donna.
- di Redazione Sky TG24

Covid, Speranza: “Un milione di vaccini in 3 giorni”. Fedriga: “Si poteva riaprire di più”

Il ministro della Salute ospite a "Mezz'ora in più": “Siamo entrati in una fase diversa grazie alla campagna vaccinale. Siamo nelle condizioni di costruire una road map con un passo alla volta, ma non ci sarà una fase 'x' dove tutte le misure scompariranno”. Il presidente della Conferenza delle Regioni: “Dopo un anno di sacrifici e disperazione una strategia di divieti assoluti funzionerebbe poco. La battaglia non si vince con le istituzioni che danno ordini e i cittadini che eseguono". L'ARTICOLO COMPLETO
- di Redazione Sky TG24

Bonus baby sitter, l’Inps: vale anche per figlio in Dad o quarantena

L'Istituto, con una nuova circolare, informa sulle istruzioni da seguire per richiedere e usare il contributo che sarà di massimo 100 euro alla settimana. I lavoratori con figli di meno di 14 anni in Dad o quarantena potranno richiederlo, a meno che non siano già in congedo Covid o in smart working. Intanto il governo lavora alla possibilità di estensione della misura anche alla polizia locale. Ecco tutto quello che c'è da sapere
- di Redazione Sky TG24

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.