Spostamenti tra regioni e comuni, il piano del governo: droni e posti di blocco

Cronaca
©Ansa

L'esecutivo ha elaborato una strategia per vigilare sul rispetto delle misure anti-Covid previste per il periodo di Natale e Capodanno. "Non possiamo entrare in casa delle persone", ha detto Giuseppe Conte, ma sono previsti controlli nelle seconde case

Il nuovo Dpcm del 3 dicembre prevede il divieto degli spostamenti tra Regioni, anche se in zone gialle, durante il periodo delle festività, dal 21 dicembre al 6 gennaio, anche per chi ha una seconda casa (COSA SI PUÒ FARE E COSA NO - IL TESTO COMPLETO). Stop alla mobilità oltre i confini comunali nelle giornate del 25 e 26 dicembre e 1 gennaio. Per vigilare sul rispetto di queste misure, il governo ha previsto un piano di controlli con droni e posti di blocco in stazioni e autostrade (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - I NUMERI E I GRAFICI).

Controlli serrati nelle seconde case

approfondimento

Nuovo Dpcm e rientri dall’estero, quarantena e tampone: le regole

"In un sistema liberal democratico non possiamo entrare in casa delle persone", ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, raccomandando ai cittadini di non fare veglioni o cene con troppe persone in casa. Ma il Viminale ha messo a punto un piano di vigilanza serrata nelle seconde case. Previsti controlli anti assembramenti, in particolare il weekend del 19-20 dicembre, l'antivigilia e la vigilia di Natale e il 31 dicembre.

Posti di blocco ed esercito in strada

approfondimento

Nuovo Dpcm 3 dicembre, il testo completo in Pdf

Come è successo la scorsa Pasqua, le forze dell'ordine saranno dispiegate in posti di blocco sulle autostrade e le arterie principali, ci saranno postazioni ai varchi aeroportuali e ferroviari con particolare attenzione ai treni a lunga percorrenza provenienti dall'estero e droni sulle grandi città per vigilare sulle piazze e individuare eventuali assembramenti. Le direttive del Viminale sono state inviate a tutti i prefetti che potranno contare su una task force congiunta di carabinieri, polizia e guardia di finanza. A questi si aggiungeranno anche i soldati dell'esercito già in campo per l'operazione "Strade sicure".

Controlli sui veglioni abusivi

leggi anche

Dpcm dicembre, quando serve l'autocertificazione per gli spostamenti

Particolare attenzione sarà posta la notte dell'ultimo dell'anno, tra il 31 dicembre e l'1 gennaio, per evitare e bloccare i possibili veglioni abusivi. Numerosi controlli sono previsti nelle città, nelle località turistiche e nelle seconde case dove qualcuno potrebbe pensare di organizzare feste private. I sindaci potranno poi decidere di chiudere vie e piazze per evitare gli assembramenti di chi magari potrebbe decidere di scendere in strada per brindare.

Cronaca: i più letti