Scuola, i nuovi banchi saranno prodotti da 11 imprese. Fornitura completa entro ottobre

Cronaca

Concluso il bando di gara indetto dal commissario straordinario Domenico Arcuri. Tra i vincitori anche alcune aziende straniere, che dovranno produrre oltre 2,5 milioni di sedute monoposto. La distribuzione terrà conto "delle effettive priorità scolastiche e sanitarie dei vari territori"

Saranno 11 imprese, italiane e straniere, a produrre oltre 2,5 milioni di nuovi banchi per le scuole, in vista della riapertura in sicurezza degli istituti. La consegna è prevista entro il 12 settembre e si concluderà entro ottobre. È questo l’esito del bando di gara indetto dal Commissario per l'Emergenza Domenico Arcuri. Sono stati definiti infatti i contratti di affidamento ad aziende e raggruppamenti di imprese per la fornitura dei banchi monoposto, sia tradizionali che con sedute innovative. Esigenza nata per rispondere alle esigenze di distanziamento anti-Covid (AGGIORNAMENTI IN DIRETTALO SPECIALE) nelle aule scolastiche. Al bando avevano partecipato 14 aziende.

La distribuzione "terrà conto delle priorità"

leggi anche

Scuola, firmato Protocollo con i sindacati per il rientro in sicurezza

La distribuzione dei banchi nei diversi istituti avverrà secondo "una programmazione nazionale e una tempistica che terrà conto delle effettive priorità scolastiche e sanitarie dei vari territori", spiega lo staff del Commissario straordinario, assicurando che comunque sarà garantito ovunque il normale avvio dell'anno scolastico. Lo smaltimento dei vecchi banchi, che verranno appunto sostituiti dai monoposto, avverrà invece secondo modalità ordinarie, in accordo con Comuni e Province. Nel giro di un mese verranno dunque prodotti e consegnati 2 milioni e mezzo di pezzi tra banchi tradizionali e sedute innovative (l'intero fabbisogno richiesto dai dirigenti scolastici italiani era, per la precisione, di 2.013.656 banchi tradizionali e di 435.118 sedute innovative). In pratica dieci volte di più di quella che normalmente è la fornitura nazionale annuale.

Oltre ai banchi, per la riapertura test seriologici, mascherine e gel

"L'approvvigionamento di banchi monoposto è parte di un più ampio programma - ricorda l'ufficio del Commissario straordinario - finalizzato a supportare l'apertura in sicurezza delle scuole". Prima di mettere piede in classe si provvederà infatti anche allo screening preventivo tramite 2 milioni di test sierologici volontari e gratuiti per insegnanti e personale non docente di tutte le scuole, la distribuzione gratuita di 11 milioni di mascherine chirurgiche e di almeno 50mila litri di gel igienizzante al giorno.

Cronaca: i più letti