Coronavirus, autocertificazione per chi arriva in Sardegna. Il modulo da scaricare

Cronaca

Il modulo è già disponibile sul sito della Regione e consiste in un questionario in cui vanno inseriti dati su possibili sintomi come febbre, tosse, stanchezza e dati epidemiologici. Le informazioni e i dati personali verranno conservati in un database per 14 giorni 

La Sardegna riapre “con qualche cautela”. Con questo messaggio il governatore Christian Solinas ha annunciato ieri che per chi arriva in Sardegna è stato previsto "un sistema con la registrazione e con la possibilità volontaria di accettare un'App che si occupa del tracciamento" (FASE 3, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI). 

Il modulo da scaricare

approfondimento

Coronavirus, viaggi all'estero e in Italia: cosa c'è da sapere

 

 Il modulo per registrarsi è già disponbile sul sito della Regione (SCARICALO QUI) e consiste in un questionario in cui vanno inseriti dati su possibili sintomi come febbre, tosse, stanchezza e dati epidemiologici (relativi all'esposizione al virus e al contatto con casi positivi). Nel modulo si forniscono inoltre i propri dati personali e quelli relativi ai propri spostamenti nell’isola e, nel caso insorga un qualunque sintomo, ci si impegna a contattare le autorità sanitarie e si acconsente a sottoporsi al tampone. Nel modulo si fa anche presente che i dati personali verranno inseriti in un apposito database regionale, conservati per 14 giorni e utilizzati per le azioni di monitoraggio dei soggetti interessati.

approfondimento

Solinas: “Per venire in Sardegna dal 3 giugno basta una prenotazione”

Non ci sarà dunque nessun "passaporto sanitario" o test preventivo necessari per la partenza, come aveva auspicato in origine il governatore. 

Cronaca: i più letti