Coronavirus, morto in Sardegna il primo paziente positivo: era un imprenditore di 42 anni

Cronaca

L’uomo era ricoverato dal 2 marzo dopo un viaggio di lavoro effettuato nella seconda metà di febbraio a Rimini. Non si era mai ripreso e le sue condizioni erano peggiorate negli ultimi due giorni. A Sassari la seconda vittima in Sardegna

Non ce l’ha fatta il primo paziente con il coronavirus diagnosticato in Sardegna. L’uomo, che aveva 42 anni, era ricoverato nell'ospedale Santissima Trinità di Cagliari dallo scorso 2 marzo. Le sue condizioni si erano irrimediabilmente aggravate negli ultimi due giorni, tanto che era stato necessario sottoporlo a dialisi.

Era stato a Rimini a metà febbraio

L'imprenditore, titolare di in locale a Cagliari, si era ammalato dopo un viaggio di lavoro a Rimini nella seconda metà di febbraio. Dopo il ricovero il paziente non si era mai ripreso ed era rimasto intubato. Lascia la moglie e un figlio piccolo.

Seconda vittima a Sassari

Una seconda vittima per il coronavirus in Sardegna si è registrata invece a Sassari. Il paziente era stato trovato positivo al coronavirus ieri sera e soffriva di altre patologie, tanto che era già ricoverato da 20 giorni nel reparto di cardiologia dell'ospedale Santissima Annunziata. Ieri, dopo i risultati positivi del tampone, era stato trasferito nel reparto di malattie infettive, ma le sue condizioni generali sono precipitate e questa mattina è morto.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.