Coronavirus, Flixbus sospende i collegamenti in Italia fino al 3 aprile

Cronaca

La compagnia di autobus low cost metterà a disposizione dei voucher per ottenere il rimborso, senza costi di cancellazione per gli utenti cha abbiano già acquistato un titolo di viaggio

Flixbus ha sospeso i propri collegamenti in tutta Italia fino al 3 aprile, in seguito al decreto emanato dal governo per far fronte all'emergenza Coronavirus, che estende a tutto il territorio nazionale la richiesta di non effettuare spostamenti se non per comprovati motivi legati a lavoro, problemi di salute o ritorno alla propria residenza/domicilio. La compagnia di autobus low cost metterà a disposizione degli utenti dei voucher per ottenere il rimborso nel caso siano già stati acquistati i titoli di viaggio.

Rimborso senza costi di cancellazione

Il nuovo decreto del governo per l'emergenza Coronavirus, comunicato nella serata dell'11 marzo, dispone la chiusura in tutta Italia di tutte le attività commerciali, fatta eccezione per i servizi essenziali come gli alimentari o le farmacie. Ma già dopo il primo decreto dell'esecutivo del 9 marzo, che prevedeva misure meno stringenti, Flixbus aveva deciso di interrompere il proprio servizio di trasporto su tutto il territorio nazionale. Per venire incontro alle esigenze di chi aveva già acquistato un titolo di viaggio, la compagnia di autobus low cost ha comunicato tramite il proprio sito che tutti i passeggeri avranno diritto al rimborso tramite voucher, senza costi di cancellazione.

Come ottenere il rimborso

Sulla propria pagina dedicata alle informazioni relative all'emergenza Coronavirus, Flixbus spiega come ottenere il rimborso del titolo di viaggio. Tutti i passeggeri, che a causa dello stop non potranno usufruire del proprio titolo di viaggio, riceveranno sulla email usata al momento della prenotazione il voucher. In caso di mancata ricezione, sarà possibile comunque seguire le procedure online in proposito.

Cronaca: i più letti