Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus, rientrati 19 italiani che erano a bordo della Diamond Princess. VIDEO

Coronavirus: atterrato a Pratica aereo con italiani Diamond

11' di lettura

I nostri connazionali, che sono stati bloccati per giorni sulla nave da crociera in Giappone, sono atterrati a Pratica di Mare questa mattina alle 6:37 su un volo dell'Areonautica militare. Il ministero della Difesa: "Dopo le visite, saranno trasferiti alla Cecchignola"

È atterrato a Pratica di Mare, alle 6:37 del mattino, il velivolo dell'Areonautica militare con a bordo 19 italiani che si trovavano sulla nave da crociera Diamond Princess bloccata per giorni in Giappone dall'emergenza coronavirus (FOTO). Il ministero della Difesa ha fatto sapere che il gruppo dei nostri connazionali, "dopo aver terminato le visite, sarà trasferito presso il Centro Sportivo Olimpico dell'Esercito alla Cecchignola" (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - UNIVERSITÀ CHIUSE IN LOMBARDIA, VENETO E A FERRARA).

L'emergenza coronavirus sulla Diamond Princess

I passeggeri sulla Diamond Princess sono rimasti bloccati al largo del Giappone per più di due settimane. Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama, pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri 14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno monitorate per un periodo di 14 giorni.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Durante gli ultimi tre giorni, sono stati circa 1.000 i passeggeri sani sbarcati dalla nave, mentre circa 300 ospiti e altri mille membri dell'equipaggio sono rimasti a bordo. Il periodo di quarantena imposto dalle autorità sanitarie è terminato lo scorso mercoledì e le persone rimaste sulla nave, ancorata nel porto di Yokohama,

pur risultando negative al coronavirus, hanno condiviso la

cabina con un individuo infetto, quindi saranno trattenute altri

14 giorni. Il totale delle persone a cui è stato diagnosticato

il virus si è assestato a 634, e due passeggeri anziani sono

deceduti lo scorso giovedì. Le persone sbarcate saranno

monitorate per un periodo di 14 giorni, durante il quale è

consigliato restare a casa ed uscire solo per motivi

straordinari. Tra i passeggeri sbarcati ieri c'erano anche 19

italiani che sono rientrati in Italia.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"