Sardegna, nuovo atto intimidatorio in provincia di Nuoro: è il terzo in 5 giorni

Cronaca

Una bottiglia di plastica incendiaria è stata trovata davanti all'ingresso della casa del sindaco di Girasole, Gianluca Congiu. L'episodio è accaduto qualche giorno dopo l'incendio dell'auto del sindaco di Cardedu e l'attentato alla sede del Pd a Dorgali

Nuovo atto intimidatorio nei confronti di un amministratore locale in Sardegna in meno di una settimana. Una bottiglia di plastica incendiaria è stata trovata, la mattina del 3 agosto, di fronte all'ingresso della casa del sindaco di Girasole, in Ogliastra, Gianluca Congiu. L'episodio è il terzo in questa settimana nella provincia di Nuoro e arriva solo 5 giorni dopo l'attentato alla sede del Pd a Dorgali, in provincia di Nuoro, nella notte tra il 29 e il 30 luglio alla quale aveva fatto seguito l'incendio dell'auto del sindaco di Cardedu, Matteo Piras (TUTTI I PRECEDENTI).

Tre attentati in meno di una settimana

Sul posto, a Girasole, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Tortolì, che hanno avviato le indagini e i rilievi del caso. La tensione rimane alta nel Nuorese. Nella notte tra il 29 e il 30 luglio una bombola di gas aveva fatto saltare in aria gli uffici dem a Dorgali. La deflagrazione aveva provocato gravi danni all’edificio, anche se non si erano registrati feriti. Poche ore dopo, a Nuoro, era stata data alle fiamme l'automobile del primo cittadino di Cardedu che era parcheggiata davanti alla casa del sindaco.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.