Affidi illeciti a Bibbiano, il sindaco resta ai domiciliari

Cronaca

Il giudice per le indagini preliminari di Reggio Emilia, Luca Ramponi, ha confermato la misura per il primo cittadino Andrea Carletti

Resta agli arresti domiciliari Andrea Carletti, il sindaco di Bibbiano, in provincia di Reggio Emilia. La decisione è stata presa nell'ambito dell'inchiesta "Angeli e Demoni" su un presunto giro di affidi illeciti dei bambini da parte dei servizi sociali della Val d'Enza. A confermare la misura è stato il giudice per le indagini preliminari del capoluogo emiliano Luca Ramponi. 

Il sindaco è accusato di abuso d'ufficio e falso ideologico

Carletti, che si è autosospeso dal Partito Democratico, è accusato di abuso d'ufficio e falso ideologico e si trova agli arresti domiciliari dal 27 giugno. La misura era stata confermata già dopo il lungo interrogatorio di garanzia. Il suo avvocato difensore, Giovanni Tarquini, nei giorni scorsi aveva presentato una corposa memoria difensiva chiedendone la liberazione, spiegando come per gli incarichi alla onlus di Torino "Hansel e Gretel", che è al centro delle contestazioni, il primo cittadino di Bibbiano si fosse rifatto a leggi regionali e avesse agito sempre nella legalità. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.