Brescia, imprenditore scomparso nel 2015: nipoti accusati di omicidio

Cronaca
Archivio Ansa

Il procuratore generale Pier Luigi Maria Dell'Osso ha firmato la chiusura indagini con l'accusa di omicidio per Alex e Giacomo Bozzoli, nipoti dell'uomo scomparso

La Procura generale di Brescia ha chiuso le indagini sul delitto di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno svanito nel nulla l'8 ottobre 2015 nella fonderia di cui era proprietario con il fratello. Il procuratore generale Pier Luigi Maria Dell'Osso ha firmato la chiusura indagini con l'accusa di omicidio per Alex e Giacomo Bozzoli, nipoti dell'imprenditore scomparso, e per favoreggiamento nei confronti degli operai Oscar Maggi e del senegalese Abu. La Procura generale di Brescia un anno fa aveva avocato l'inchiesta.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.