Uccise i due figli nel 2017, Tribunale Mantova assolve la mamma: "incapace di intendere"

Cronaca
tribunale_ansa

La donna, Antonella Barbieri, dovrà comunque rimanere dieci anni in un ospedale psichiatrico giudiziario

"Incapace di intendere e di volere al momento dei fatti". Per questo motivo Antonella Barbieri, 41 anni, è stata assolta dal Tribunale di Mantova. La donna il 7 dicembre del 2017 uccise a Suzzara (Mantova) e Luzzara (Reggio Emilia) i figli Lorenzo Zeus, di cinque anni, e Kim, due anni, nati dal matrimonio con Andrea Benatti. La bambina era stata uccisa in casa a Suzzara, mentre il primogenito Lorenzo era stato accoltellato nell’auto di famiglia, ritrovata nella golena del Po a Luzzara. Lì la madre aveva tentato di togliersi la vita, senza riuscirci. 

La decisione del gip

Visti gli esiti delle perizie psichiatriche, il giudice per le indagini preliminari Matteo Grimaldi ha concluso che al momento dei fatti Antonella non era consapevole delle proprie azioni. Ma la donna dovrà comunque rimanere ricoverata per dieci anni in una rems, l'ospedale psichiatrico giudiziario. Attualmente si trova nella rems di Castiglione delle Stiviere. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.