Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Maltempo in Emilia Romagna, fiumi esondati: allerta rossa nella regione

4' di lettura

L'allerta meteo in alcune zone è stata elevata al livello massimo per criticità idraulica da oggi e per tutta la giornata di domani. Esonda il Savio: disagi alla circolazione dei treni tra Cesena e Forlì. Sorvegliati speciali anche i fiumi Secchia, Panaro e Ronco

Resta alto l'allarme in Emilia Romagna per il maltempo, con forti piogge e fiumi in piena da Modena a Rimini. Nella regione l'allerta meteo è stata elevata a rossa per criticità idraulica da oggi e per tutta la giornata di domani su pianura e costa romagnola, sulla costa ferrarese e sulla pianura emiliana centrale e orientale. Estesa a domani l'allerta arancione per pericolo di esondazioni e frane nei bacini romagnoli. Allerta gialla anche per vento sulla costa ferrarese e romagnola, con raffiche di bora previste fino a 90 km/h. Per domani le previsioni parlano di precipitazioni in attenuazione, ma già dalla serata dovrebbe affacciarsi una nuova perturbazione, seppure di minore intensità, con abbassamento delle temperature e forti venti di bora sulla costa. Registrati alcuni sgomberi di abitazioni nel Modenese, nell'Imolese e nel Cesenate ma nessuno è rimasto ferito. Le criticità maggiori nel territorio di Modena, per la piena del Secchia, sui fiumi romagnoli e su alcuni corsi del Bolognese, dove il Samoggia ha raggiunto quasi livelli record. Nella Valsamoggia frane e smottamenti hanno provocato alcune interruzioni su strade provinciali e comunali e primi danni per 320mila euro (FOTO).

La situazione a Cesena

A Cesena, dove domani le scuole rimarranno chiuse così come a Ravenna, la piena del Savio ha causato allagamenti e l'interruzione della viabilità della Secante. In provincia di Forlì-Cesena alcune famiglie sono rimaste isolate. È ritenuta una delle situazioni più difficili quella legata al fiume Montone che ha rotto un argine nei pressi del ponte sull'A14. La Protezione si è messa al lavoro per evitare che l'acqua raggiunga il paese di Villafranca, 3.000 abitanti.

Disagi nella circolazione dei treni sulla Bologna-Rimini

Nel Cesenate, inoltre, per l'esondazione del Savio è stato chiuso in via precauzionale un ponte ferroviario che ha causato l'interruzione dei treni tra Faenza e Cesena sulla linea Bologna-Rimini, per quasi 12 ore. Sono stati segnalati ritardi anche di tre ore per i convogli deviati via Ravenna. Trenitalia ha organizzato servizi bus sostitutivi per la tratta interrotta.

Allerta nel Modenese

Nel Modenese i fiumi Secchia e Panaro, e il torrente Tiepido, sono tenuti sotto osservazione per la piena in transito considerata rilevante. I comuni più interessati dall'ondata di piena sono Modena, Campogalliano, Soliera, Bastiglia e Bomporto. Per motivi precauzionali la popolazione è stata invitata a recarsi ai piani alti delle abitazioni e a limitare gli spostamenti in auto. Il sindaco di Campogalliano ha disposto già nella serata di ieri provvedimenti di evacuazione di residenti nell'area a valle della cassa di espansione. Chiusi diversi ponti in provincia (Ponte Alto, dell'Uccellino, del Navicello, Curtatona, Gherbella) e disposta per ragioni di sicurezza la chiusura delle scuole di Sozzigalli, Bastiglia e Sorbara. In campo a Modena anche l'esercito e in tutta la regione dalla notte scorsa sono al lavoro circa 200 volontari oltre a Vigili del fuoco, forze dell'ordine, protezione civile e Aipo. L'allerta dunque sarà massima per tutta la notte e anche domani. "Il peggio - sottolinea Maurizio Mainetti, direttore dell'Agenzia di protezione civile dell'Emilia-Romagna - non è passato".

La situazione nel Ravennate

Anche nel Ravennate diversi fiumi hanno superato i livelli standard: soglia arancione per il Ronco e bollino rosso per Savio, Montone e Lamone. Il sindaco di Ravenna Michele de Pascale invita la popolazione a non uscire di casa e a rimanere possibilmente ai piani alti delle abitazioni. L'invito è anche a non effettuare spostamenti se ci si trova in luogo sicuro.

Nel Bolognese frane e smottamenti

Nel Bolognese, inoltre, si segnalano diverse frane, smottamenti e allagamenti. Nella notte è esondato il torrente Sillaro, nel territorio di Casalfiumanese, nell'Imolese. Anche il Samoggia ha rotto gli argini in più punti nella tarda serata di ieri, allagando alcune strade fra Bazzano (chiusa la via Paolazzo) e Monteveglio. In mattinata il livello dell'acqua ha iniziato a diminuire. Nel territorio della Valsamoggia sono segnalate diverse frane, in particolare a Savigno uno smottamento ha reso necessaria la chiusura della provinciale 27 in località Goccia e in altre strade è stato istituito il senso unico alternato. 

Piogge e vento a Rimini

Nel Riminese, a Ponte Verucchio, ha ceduto la briglia sul Marecchia del Consorzio di bonifica Romagna. Nel resto della zona, però, la situazione dei fiumi risulta in fase di rientro. Inoltre, a causa del forte vento, oltre a un albero caduto in Via Sacramora, danneggiamenti ad alberature sono stati registrati in alcune vie di Rimini ma senza provocare danni a persone o cose. Nel Parmense e nel Reggiano qualche frana ma nessuna criticità grave.

Data ultima modifica 13 maggio 2019 ore 20:25

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"