Sciopero Trenitalia 21-22 marzo, possibili disagi in Veneto e in Calabria

Cronaca

Secondo quanto comunicato da alcune sigle sindacali delle due regioni è previsto uno stop dei treni di 24 ore a partire dalle 21 di giovedì per quanto riguarda il Veneto, mentre in Calabria i convogli potrebbero restare fermi dalle 9 alle 17 di venerdì

Possibili disagi in Veneto e Calabria, con conseguenti ripercussioni nelle regioni limitrofe, a causa di uno sciopero programmato per i giorni 21 e 22 marzo. Saranno tuttavia regolari le Frecce e i treni a lunga percorrenza così come i servizi essenziali previsti in caso di stop.

Lo sciopero in Veneto

Come annunciato dal ministero dei Trasporti e da Trenitalia, il 21 marzo alle 21.00 inizia lo sciopero del personale. Possibili dunque disagi fino alle 21.00 del 22 marzo, ora in cui è prevista la fine dello sciopero. La compagnia avverte dunque che per i treni Regionali, in Veneto e nelle regioni limitrofe, potranno verificarsi cancellazioni o variazioni, salvaguardando comunque le relazioni a maggiore traffico viaggiatori. Mentre non verranno cancellati i treni veloci o a lunga percorrenza. A proclamare lo stop è stato il sindacato Orsa della sezione Veneto.

Lo sciopero in Calabria

Il 22 marzo, invece, saranno i treni regionali calabresi quelli che potrebbero causare disagi ai passeggeri: le segreterie regionali dei sindacati Filt, Fit, Uilt, Ugl, Fast hanno infatti proclamato uno sciopero del personale di Trenitalia Calabria, dalle 9.00 alle 17.00.

Cronaca: i più letti