Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Maltempo, nevica al Nord. Al centro in arrivo piogge. Atteso nubifragio a Roma

Nord e Centro nella morsa del maltempo

Fiocchi bianchi su tutto il Settentrione. Disagi e incidenti in Piemonte, dove un 34enne è morto dopo che la sua auto si è ribaltata alle porte di Torino, e in Trentino Alto Adige. Scuole chiuse in diversi comuni

Leggi tutto
1 nuovo post
Dopo settimane di assenza la neve torna ad imbiancare buona parte del Nord Italia: il suo arrivo ha provocato disagi e incidenti, in particolare in Piemonte - dove un 34enne è morto dopo che la sua auto si è ribaltata alle porte di Torino - e in Trentino Alto Adige, dove sulla statale del Brennero una valanga ha investito una macchina lasciando per fortuna illeso il guidatore. Ma la neve ha anche scongiurato, dice la Coldiretti, "una preoccupante siccità fuori stagione".

 

Atteso nubifragio a Roma

E il maltempo non è ancora finito. Nelle prossime ore (le previsioni) sono previste sempre al Nord nuove nevicate, anche se l'aumento delle temperature in montagna, unito a valori ancora prossimi allo zero in pianura, favorirà il fenomeno della pioggia gelata sul nord ovest, nelle valli dell'Appennino emiliano e nell'entroterra ligure. Piogge e venti forti interesseranno invece le regioni del centro sud.  A Roma saranno possibili nubifragi.
 

Nevica a Milano e a Torino

La Lombardia si è svegliata venerdì mattina sotto la neve. Il 118 raccomanda di prestare prudenza mentre si cammina e la Polizia Locale ricorda di mantenere le distanze dalla auto che precedono per via delle allungate distanze di frenata per via dell'asfalto viscido. 

 

Confermati piani neve Ferrovie

Il Gruppo FS Italiane, in base al bollettino meteo diramato dalla Protezione civile, ha attivato la fase di emergenza lieve dei Piani neve e gelo su alcune linee della Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto, e la fase di preallerta in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana.
- di daniele.semeraro
Dopo settimane di assenza la neve torna ad imbiancare buona parte del Nord Italia: il suo arrivo ha provocato disagi e incidenti, in particolare in Piemonte - dove un 34enne è morto dopo che la sua auto si è ribaltata alle porte di Torino - e in Trentino Alto Adige, dove sulla statale del Brennero una valanga ha investito una macchina lasciando per fortuna illeso il guidatore. Ma la neve ha anche scongiurato, dice la Coldiretti, "una preoccupante siccità fuori stagione".
 

Atteso nubifragio a Roma

E il maltempo non è ancora finito. Nelle prossime ore (le previsioni) sono previste sempre al Nord nuove nevicate, anche se l'aumento delle temperature in montagna, unito a valori ancora prossimi allo zero in pianura, favorirà il fenomeno della pioggia gelata sul nord ovest, nelle valli dell'Appennino emiliano e nell'entroterra ligure. Piogge e venti forti interesseranno invece le regioni del centro sud.  A Roma saranno possibili nubifragi.
 

Nevica a Milano e a Torino

La Lombardia si è svegliata venerdì mattina sotto la neve. Il 118 raccomanda di prestare prudenza mentre si cammina e la Polizia Locale ricorda di mantenere le distanze dalla auto che precedono per via delle allungate distanze di frenata per via dell'asfalto viscido. 

 

Confermati piani neve Ferrovie

Il Gruppo FS Italiane, in base al bollettino meteo diramato dalla Protezione civile, ha attivato la fase di emergenza lieve dei Piani neve e gelo su alcune linee della Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto, e la fase di preallerta in Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana.
- di Redazione Sky Tg24
Il liveblog si chiude qui. Per tutte le novità seguite la diretta di Sky Tg24.
- di monica.serra

Scuole chiuse domani a Carrara

Scuole di ogni ordine e grado chiude domani a Carrara (Massa Carrara). Lo ha deciso il sindaco di Francesco De Pasquale "a seguito del prolungamento dell'allerta meteo codice arancione per rischio idrogeologico fino alle ore 20 di sabato 2 febbraio, e alla luce della probabile intensificazione delle precipitazioni nel corso della notte.
   Nella nota diffusa dall'Amministrazione si raccomanda "attenzione e prudenza e di attuare le norme di autoprotezione  previste dal piano di protezione civile", in particolare di non dormire nei piani interrati, non parcheggiare le auto in prossimita' degli argini dei torrenti e sigillare le aperture di porte e finestre sotto gli argini dei corsi del Carrione e Parmignola. Aperta la sala operativa della protezione civile fino al termine dell'allerta.
- di Redazione Sky Tg24

Si apre una voragine e crolla un edificio nel Napoletano

 

Crolla un vecchio stabile fatiscente ad Afragola, nel Napoletano, in via Gramsci al civico 12. Forse a causa delle abbondanti piogge di questi giorni, si è creata una voragine alla base dell’edificio che non ha retto. Non ci sarebbero feriti. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. L'edificio sarebbe stato utilizzato come riparo da cittadini extracomunitari, e sono in corso accertamenti per verificare l'eventuale presenza di persone.

- di monica.serra

Pioggia battente nel Napoletano: piena del Sarno, allagate alcune case

 

La pioggia battente ha provocato a Castellammare di Stabia (Napoli) l'esondazione del fiume Sarno in via Ripuaria e via Fondo d'Orto. Abitazioni e aziende sono state allagate dal fango e dall'acqua che ha superato gli argini del fiume e si sono riversati nelle strade, causando disagi agli abitanti, costretti a chiedere soccorsi ai vigili del fuoco e alla Protezione civile per poter uscire di casa. Molte le famiglie intrappolate in casa; sono giunti volontari per portare generi di prima necessità alle famiglie raggiunte con mezzi anfibi.

- di monica.serra

Piemonte, oggi molte scuole sono rimaste chiuse

 

 
- di Daniele Troilo

Lombardia, neve abbondante in montagna: rischio valanghe

 

Nevicate abbondanti in montagna, con il rischio valanghe che aumenta arrivando al grado di 4 Forte - Scala europea del Pericolo Valanghe - in tutti i settori della Lombardia. E' quanto prevede l'Arpa regionale per i prossimi due giorni.
- di Daniele Troilo

In Toscana prorogato codice arancione per piogge

 
La sala operativa della Regione Toscana ha prorogato il codice arancione per piogge abbondanti e temporali sui rilievi e rischio idrogeologico e idraulico sulla Toscana settentrionale, in particolare Garfagnana, Lunigiana, Versilia, ma anche Mugello, Val di Bisenzio e Ombrone pistoiese fino alle 20 di domani, sabato 2 febbraio.
 
Sul resto della regione codice giallo, sempre per piogge e temporali sparsi, mare agitato e vento forte fino alla mezzanotte di domani, sabato. Già nel pomeriggio di oggi ci sarà una graduale intensificazione delle precipitazioni che tenderanno a divenire particolarmente persistenti. La fase più intensa, al momento, sembra sarà da metà pomeriggio di oggi alla nottata di sabato, quando le precipitazioni potranno assumere anche carattere di forte intensità. Successivamente diventeranno più intermittenti e a carattere sparso. Oltre i 2.000 metri saranno nevose con formazione di ghiaccio.
- di daniele.semeraro

Il nord Italia è sottozero ma a Palermo c'è chi fa il bagno

 

 
Mentre il nord Italia è imbiancato dalle neve e sul centro imperversano vento e pioggia c'è chi a Palermo fa il bagno. Complici i 21 gradi di temperatura e un gradevole sole, un intrepido nuotatore sfida i venti di scirocco per attraversare il golfo di Mondello
- di daniele.semeraro

Scuole chiuse in paesi Valchiavenna

 
Scuole chiuse oggi, per il maltempo, in tre paesi della Valchiavenna. I sindaci di Novate Mezzola, Samolaco e Verceia hanno raccolto l'appello del dirigente scolastico dell'istituto comprensivo di Novate Mezzola, Salvatore La Vecchia. La decisione di tenere chiuse le scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado dei tre Comuni con l'ordinanza di chiusura è stata dettata dalle forti nevicate e dalle relative difficoltà legate agli spostamenti per raggiungere gli istituti scolastici. I primi cittadini di Piuro e Chiavenna, invece, hanno emesso una serie di avvisi per chiedere ai residenti di attivarsi per tenere puliti i passaggi davanti alle proprie abitazioni e per segnalare in Comune eventuali situazioni di criticità.
 
- di daniele.semeraro

Allerta gialla nel nord-ovest della Sardegna

 
La protezione civile della Sardegna ha diffuso un avviso di criticità ordinaria per rischio idrogeologico e idraulico che fino alla mezzanotte di domani riguarderà la parte nord-occidentale della Sardegna. L'allerta gialla, collegata a possibili temporali e piogge intense, è prevista, in particolare, nei bacini del Logudoro, Montevecchio-Pischilappiu e Tirso, fra le province di Sassari e Oristano.
- di daniele.semeraro

Protezione civile Campania: rischio frane e allagamenti

 
Allerta arancione della Protezione Civile campana per il rischio di frane e allagamenti in una zona specifica del territorio, quella che comprende le penisole sorrentino-amalfitana e i monti di Sarno, questi ultimi già colpiti dalla disastrosa alluvione del 1998. "Il perdurare della perturbazione che sta portando sulla nostra regione piogge e temporali potrebbe causare fenomeni franosi e allagamenti", si sottolinea: "Dalle 16 di oggi e fino alle 12 di domani è necessario prestare la massima attenzione possibile a causa dei terreni saturi di acqua, anche con riduzione o in assenza delle precipitazioni piovose. Sul resto del territorio regionale resta in vigore la criticità gialla che viene comunque prorogata fino alle 12 di domani.
 
- di daniele.semeraro
- di Daniele Troilo

Stop aliscafi nel golfo di Napoli

 

Disagi nei collegamenti marittimi nel golfo di Napoli a causa del mare mosso e del forte vento di scirocco. Tutte sospese per ora le corse degli aliscafi, mentre restano regolari i traghetti tra Napoli e Capri e tra Napoli e Ischia. Sospese alcune delle corse dei traghetti tra Pozzuoli e Procida.
- di Daniele Troilo

Liguria, prosegue allerta per neve e pioggia

 

La perturbazione sulla Liguria continua a portare neve nell'entroterra di centro-Ponente, piogge diffuse, locali episodi di gelicidio (possibili nelle zone al confine fra neve e pioggia) e mareggiate su tutte le coste. Per questo motivo Arpal ha aggiornato l'allerta. Per quanto riguarda la neve, nei comuni interni del Ponente è Gialla fino alle 23.59 di oggi, nei comuni interni della parte centrale della regione, in Valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormida, ed in Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia è Arancione fino alle 21 di oggi, poi Gialla fino alle 23.59. Nuovamente Gialla domani fino alle 18. Per quanto riguarda la pioggia, nell' estremo Levante è allerta Gialla dalle 15 alle 18, Arancione fino alle 8 di domani, sabato, quindi ancora Gialla fino alle 15 sempre di domani. Nel centro, l'allerta è Gialla dalle 15 di oggi alle 15 di domani, nell'entroterra e in Valle Scrivia, val d'Aveto e Val Trebbia) è Gialla fino alle 23.59.
- di Daniele Troilo

Usa, sono almeno 21 le vittime dell’ondata di gelo eccezionale

 
Salgono ad almeno 21 le vittime dell’ondata di gelo eccezionale che ha colpito il Midwest, negli Stati Uniti (LE FOTO). I venti sospinti dal vortice polare hanno portato a temperature percepite fino ai 40 gradi sotto lo zero, colpendo un’area dove vivono oltre 220 milioni di persone e creando enormi disagi soprattutto alla circolazione e al traffico aereo, con quasi tremila voli cancellati ed enormi ritardi accumulati.
 

 

- di Daniele Troilo

Emilia Romagna, nuova allerta per piena fiumi e rischio frane

 
Nuova allerta in Emilia Romagna per piogge, piena dei fiumi, vento e rischio frane. L'avviso, già in vigore nella giornata di oggi per la previsione di temporali soprattutto nel pomeriggio, è stato esteso per tutta la giornata di domani. Secondo le stime della protezione civile
regionale, dunque, anche sabato piogge e rovesci sono attesi sui rilievi nella prima parte della giornata per poi attenuarsi nelle ore successive. Previste anche raffiche di vento (sopra ai 75 km/h) sulle aree appenniniche orientali e mare localmente agitato al largo delle coste ferraresi, con possibili mareggiate nella mattinata.
 
Già da questo pomeriggio per le piogge intense attese sui rilievi appenninici da Piacenza a Bologna sono monitorate le piene dei corsi d'acqua. Non si esclude la possibilità, sempre nelle zone di montagna, di movimenti franosi eventualmente innescati dalle forti precipitazioni.
- di daniele.semeraro