Giarre, Brunico e Caserta: tre femminicidi in poche ore

Cronaca

Un marito ha ucciso la moglie in Sicilia, una donna è morta in Campania dopo un litigio e il corpo di una 54enne è stato ritrovato in Trentino Alto Adige

A Giarre, in Sicilia, un uomo ha ucciso l'ex moglie. Nel Casertano, una donna è stata trovata morta in strada con ferite alla fronte dopo un litigio con il marito. A Brunico, in provincia di Bolzano, il cadavere di una 54enne è stato trovato in casa e anche in questo caso l'ipotesi è quella di un omicidio. Sono tre i casi di femminicidio che si sono verificati, in poche ore, in Italia.

Colpi di pistola contro l'ex moglie a Giarre

Questa mattina nel Catanese un muratore di 58 anni, Francesco Privitera, ha sparato alcuni colpi di pistola contro l'ex moglie Rosaria Sara Parisi, anche lei 58enne. La coppia stava divorziando e alla base del delitto ci sarebbe stato un movente passionale. L'uomo si sarebbe ingelosito dell'attività su Facebook della donna, ipotizzando che Rosaria avesse un'altra relazione. Privitera ha atteso che l'ex moglie uscisse di casa per andare al lavoro e ha cominciato ad aggredirla verbalmente per poi colpirla con 14 proiettili. Dopo l'omicidio sarebbero subito intervenuti alcuni familiari della donna e non è ancora chiaro se, al quel punto, Privitera si sia suicidato sparandosi un colpo all'addome o se sia rimasto ferito durante una colluttazione scoppiata nel tentativo di disarmarlo. La coppia conviveva da sei anni e aveva due figli, un maschio e una femmina, ma Rosaria aveva anche un altro figlio da un precedente matrimonio. Secondo il legale di Rosaria Parisi, Patrizia Pellegrino, si è trattato di un dramma annunciato in quanto più volte Privitera aveva minacciato di morte l'ex moglie tanto da costringere Rosaria a presentarsi a un'udienza "scortata dai carabinieri perché lui aveva detto che l'avrebbe uccisa là, davanti a tutti".

Ipotesi di lite con il marito nel Casertano

A Falciano del Massico, in provincia di Caserta, è stato invece ritrovato in un vialetto il cadavere della 63enne Concetta Salomone, che abitava a poca distanza. La donna presenterebbe ferite alla fronte e, dalle prime notizie, sarebbe stata trovata in una pozza di sangue. Sembra che qualche ora prima della scoperta del corpo, la donna abbia litigato con il marito, ma i carabinieri non escludono nessuna altra ipotesi: dalla caduta a una rapina finita male.

Donna probabilmente colpita con un bastone a Brunico

La Procura di Bolzano sta indagando per omicidio sul ritrovamento del corpo di una 54enne, Anna Magdalena Oberhollenzer. La donna è stata trovata nel suo appartamento a San Giorgio di Brunico, in provincia di Bolzano, su segnalazione dei vicini che avevano notato l'assenza della 54enne. Sarebbe morta una decina di ore prima e si ipotizza che potrebbe essere morta dopo essere stata colpita con un bastone, che ne ha provocato la caduta letale. Se l'ipotesi sarà confermata dall'autopsia, potrebbe essere il quinto femminicidio del 2018 in Alto Adige.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24