Cagliari, ecco il primo cat café della Sardegna

Cronaca
I cat café sono locali in cui i gatti si muovono liberamente fra i clienti (Foto: Archivio Getty)
GettyImages_CatCaf_

Inaugurato circa un anno fa, il locale consente ai clienti di consumare in compagnia di cinque animali che passeggiano tra i tavoli. L'attività è nata dall’idea di una giovane imprenditrice ed è stata possibile anche grazie al finanziamento del progetto Garanzia Giovani

Una caffetteria dove poter sorseggiare un caffè in compagnia di cinque gatti. A Cagliari, circa un anno fa, ha aperto il primo cat café della Sardegna, grazie a una giovane imprenditrice che ha realizzato il proprio sogno, garantendo anche un tetto a cinque felini randagi. Per riuscirci, Cristina Ritano, cagliaritana di 26 anni, ha dovuto attendere che la Asl mettesse a punto un protocollo ad hoc per garantire l’igiene e la sicurezza all’interno del locale. Una volta ottenute le autorizzazioni il "Cat café da Chry" ha potuto aprire i battenti, raccogliendo sin dall’inaugurazione un discreto successo.

Tipico della cultura giapponese

L’idea di Ritano di aprire una caffetteria in cui i clienti possano godere della compagnia dei gatti è nata tra i banchi di scuola. "È stato il professore di Economia Aziendale a mostrarci questo tipo di realtà, tipico della cultura giapponese" ha rivelato in un’intervista all’agenzia Agi, nella quale ha detto di aver "sempre amato i gatti". Motivo per il quale, si è impegnata sin da subito per riuscire ad aprire un cat café: "Sull’argomento avevo fatto anche un compito in classe: quello sul business plan". L’opportunità di avviare l’attività è arrivata qualche anno più tardi grazie al progetto Garanzia Giovani, attraverso il quale ha ottenuto un finanziamento per aprire il locale.

Rifugio per cinque gatti randagi

Così il "Cat café" è diventata la casa di cinque mici randagi, Oliver, Tigro, Carlotta, Iris e Hope, che durante le ore di apertura fanno le fusa ai clienti del locale. Come concordato con la Asl, la caffetteria è stata pensata con una porta a vetri che separa i gatti dalla zona preparazioni e con un'ulteriore stanza separata dove ci sono le lettiere. In sala, invece, i felini hanno lettini, cucce, ciotole per cibo e acqua e i giochi. Il tutto in mezzo ai tavoli dei clienti dai quali si fanno amabilmente coccolare: "Ormai riconoscono e vanno incontro a chi ci fa spesso visita, mentre sono più diffidenti con i nuovi arrivi. Ma questo è normale", spiega la proprietaria.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24