Addio a Sara Anzanello, campionessa mondiale di volley nel 2002

Cronaca
Sara Anzanello (LaPresse)
sara_anzanello_lapresse_01

La pallavolista nel 2013 aveva subito d'urgenza un trapianto di fegato a causa di un'epatite contratta in Azerbaijan. Dopo la malattia era riuscita a tornare in campo. Oltre alla vittoria ai mondiali, aveva partecipato ai successi in Coppa del Mondo nel 2007 e nel 2011

È morta, a 38 anni, Sara Anzanello, tra le pallavoliste azzurre più apprezzate e vincenti degli ultimi 20 anni. Aveva vinto il mondiale del 2002, con la maglia della nazionale. L’atleta veneta, nel 2013, aveva subito d'urgenza un trapianto di fegato a causa di un'epatite contratta in Azerbaijan, dove si era trasferita nella stagione 2011-2012. Dopo mesi molto complicati, e vincendo una difficile battaglia, si era ristabilita ed era anche riuscita a tornare in campo. Nell'ultimo periodo, però, la situazione si era nuovamente aggravata.

La carriera nel volley di Anzanello

Tanti i successi della pallavolista negli anni: all'Agil Volley, poi Asystel, a cui è legata gran parte della sua carriera, ha conquistato una Coppa Italia, due Supercoppe Italiane, una Coppa CEV e due Top Teams Cup. Nel 2009 era passata a Villa Cortese, dove aveva vinto due Coppe Italia e raggiunto per due volte la Finale Scudetto. Nel 2011-12 si era trasferita in Azerbaigian, nell'Azerrail Baku. Dopo la vittoria ai mondiali nel 2002, aveva anche partecipato ai successi in Coppa del Mondo nel 2007 e nel 2011.

La malattia e il ritorno in campo

Dopo la malattia, era tornata alla pallavolo nel 2015, prima come team manager del Club Italia, quindi in campo con la formazione di B1 dell'Igor Volley Novara. Dopo l'operazione era diventata testimonial di numerose campagne a favore della donazione degli organi e si era impegnata socialmente in progetti per la formazione dei giovani sportivi. Sarà ricordata su tutti i campi con un minuto di raccoglimento. “È un giorno davvero triste per lo sport veneto e nazionale: l'addio a Sara è dolorosissimo innanzi tutto per i suoi familiari e per le persone a lei più vicine, ma la prematura scomparsa di questa atleta brava e forte colpisce tutti noi”, ha detto il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ricordando l'ex pallavolista di Ponte di Piave. Anche i presidente Mauro Fabris, il Consiglio di amministrazione, lo staff e tutte le società della Lega Pallavolo Serie A Femminile piangono la scomparsa di Anzanello.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24