Reggio Emilia, esplosione in un ex inceneritore: morto un operaio

Cronaca
L'esplosione è avvenuta a Sesso, frazione nella prima periferia di Reggio Emilia
ambulanza

La deflagrazione è avvenuta in un silos di acetilene di uno stabilimento alle porte della città emiliana. La vittima stava partecipando a lavori di manutenzione dell'impianto. Non ci sarebbero altri feriti

Un operaio è morto alle porte di Reggio Emilia in seguito a un'esplosione in un ex inceneritore. Si tratta di un nuovo caso di morte bianca, con gli incidenti sul lavoro che nei primi sei mesi del 2018 hanno già provocato 469 vittime in Italia, con prevalenza nell'area del Nord-Est.

La dinamica

La deflagrazione è avvenuta intorno alle 8:30 mentre erano in corso alcuni lavori di manutenzione intorno all'impianto, un ex inceneritore che si trova in via dei Gonzaga a Sesso, una frazione nella prima periferia di Reggio Emilia. A esplodere, travolgendo il lavoratore, sarebbe stato un silos di acetilene.

Nessun altro ferito

Nessun altro lavoratore sarebbe rimasto ferito, stando ai primi accertamenti. Sul posto sono accorsi subito i sanitari del 118, con automedica e ambulanza, e i vigili del fuoco, ma per l'addetto deceduto non c'è stato nulla da fare. Sono intervenuti anche carabinieri e polizia, con la questura che sta procedendo con i rilievi assieme agli uomini della Scientifica e della Medicina del lavoro per chiarire i contorni della vicenda

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24