Riccione, studentessa canadese denuncia stupro in spiaggia

Cronaca
Foto: Archivio Ansa
polizia_ansa

Sono stati i medici del pronto soccorso ad avvisare la polizia dopo aver sentito il racconto della giovane di 22 anni, in Italia per seguire un programma di studio. Dalla visita in ospedale non sarebbero stati riscontrati elementi che possano ricondurre a una violenza

Una studentessa canadese di 22 anni ha denunciato di aver subito una violenza sessuale, la notte scorsa, in spiaggia a Riccione.  Sull’episodio indaga la polizia di Stato dopo che la giovane ha raccontato ai medici del pronto soccorso di essere stata violentata tra i bagni 50 e 52 di uno stabilimento balneare.

La giovane non presenta segni di violenza

Quando ha raccontato di aver subito una violenza, la ragazza è stata trasferita dall’ospedale Ceccarini di Riccione a quello di Rimini, dove è stato attivato il protocollo sugli stupri: aveva un tasso alcolico di 2,5 g/l e i medici non avrebbero riscontrato elementi che possano ricondurre a una violenza. La polizia ha dunque sentito la giovane e ha visionato le immagini delle telecamere di sicurezza in spiaggia, qui sarebbe stata ripresa mentre camminava per mano con un giovane. La studentessa si trova a Rimini con un gruppo di coetanei e tutor per seguire un programma di studio e, secondo quanto si è appreso, di disintossicazione, grazie a una borsa di studio.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24