Frasi antisemite contro clienti, sospesa dipendente di hotel a Venezia

Cronaca
L'isola di San Clemente a Venezia vista dall'alto (Getty)
venezia_san_clemente_getty

"Fosse per me riaprirei i campi", ha scritto la donna in un gruppo su Facebook dopo l’arrivo di una comitiva di 300 israeliani che festeggiavano la Pasqua ebraica 

“Fosse per me riaprirei i campi". “Se è dai tempi degli egizi che li perseguitano un motivo ci sarà". E ancora: "Il problema è che si sentono in credito verso l'umanità per i torti subiti". Una serie di frasi antisemite, scritte su Facebook, sono costate una sospensione di 10 giorni alla dipendente di un noto hotel di lusso dell’isola di San Clemente, a Venezia. I post sono stati scritti in un gruppo riservato ai lavoratori nel settore alberghiero e si riferiscono all’arrivo di “300 persone in casa per 10 giorni” arrivate nel capoluogo veneto per la Pasqua ebraica, che hanno affittato tutto l’hotel “in buy out”, ha scritto la dipendente. La struttura, verificato quanto scritto, ha subito deciso di sospendere la propria dipendente.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24