Entra al museo e accoltella più persone, una vittima. Arrestata 58enne

Cronaca

A Canneto sull'Oglio, nel Mantovano, una donna di origine polacca è stata fermata per omicidio e lesioni volontarie. Ha aggredito anche alcuni passanti in strada che non sono in pericolo di vita

È stata fermata per omicidio e lesioni volontarie la donna polacca di 58 anni che oggi ha accoltellato quattro persone a Canneto sull'Oglio, nel Mantovano. Una 54enne, è morta a causa di un fendente al costato. La vittima è stata colpita all'interno del museo del giocattolo, poi la donna ha colpito altre persone all'esterno del museo, tra le quali una signora in carrozzina e il figlio che la stava spingendo. L'uomo è rimasto ferito da un fendente, mentre la signora ha riportato ferite cadendo ma nessuno è in gravi condizioni.

Agente la blocca lanciando bici

Sul caso indagano i carabinieri del Comando provinciale di Mantova, che hanno subito fermato la responsabile che lavora a Canneto sull’Oglio come badante e sembra che abbia problemi psichici. A fermare la donna è stato il comandante della Polizia Locale di Asolo Marco Quatti, che l’ha bloccata tirandole contro una bicicletta all' esterno del museo civico del giocattolo, poi le ha dato un calcio, riuscendo così a disarmarla. "Teneva in mano due coltelli da macellaio e mi veniva incontro", ha raccontanto Quatti, che si trovava fuori servizio in visita al padre nella casa di riposo di fronte al museo. "Io le dicevo 'mettili giù" e lei mi urlava 'vai via', finché non si è avvicinato un mio amico in bici e io le ho lanciato la bici sulle gambe, disorientandola. Un'altra persona le ha dato una bastonata sulla mano, poi le ho dato un calcio sulla pancia e lei ha mollato i coltelli e poi è stato facile immobilizzarla", ha detto ancora Quatti all’Ansa.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24