Frosinone, uccide i due figli a fucilate. Poi si toglie la vita

Cronaca

È successo a Esperia, piccolo paese sui monti Ausoni. L’uomo, ex ferroviere di 65 anni, ha atteso che la moglie uscisse di casa per andare all'ufficio postale prima di compiere la mattanza

Ha ucciso a colpi di fucile i figli di 18 e 25 anni e poi si è tolto la vita. E' successo a Esperia, piccolo paese dei monti Ausoni in provincia di Frosinone. L’uomo, Gianni Paliotta, ex ferroviere 65enne, ora in pensione, ha colpito i figli nella casa in cui vivenano a pochi passi dalla piazza principale del paese. Alla mattanza è sfuggita la moglie che in quel momento si trovava all'interno dell'ufficio postale e che, sentiti i colpi di arma da fuoco, si è precipitata in casa scoprendo i tre corpi a terra.

Indagano i carabinieri

Secondo i primi accertamenti investigativi, sembra che l'uomo non avesse accettato la malattia ai reni di cui soffriva la più giovane dei due figli. Paliotta ha atteso che la moglie uscisse per andare all’ufficio postale e poco dopo le 7.30 ha ucciso i figli che stavano ancora a letto: Isabella, di 18 anni, fresca di diploma, e Mariano, 25, che lavorava a Roma come chimico e che a Esperia andava solo per le vacanze estive.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24