Friuli, rinviata la risalita dello speleologo bloccato sul Monte Canin

(Ansa)
1' di lettura

L’uomo è rimasto intrappolato in una grotta a 200 metri di profondità, a quota 2.200, dopo essere caduto e aver subìto un trauma cranico. Le operazioni di soccorso dovrebbero riprendere nella giornata di lunedì

Sono state interrotte nella serata di domenica le operazioni delle squadre del Soccorso alpino per recuperare Stefano Guarniero, 33 anni, speleologo rimasto ferito e intrappolato a 200 metri di profondità in una grotta a quota 2.200 metri sotto la cima del Monte Canin, in Friuli Venezia-Giulia. La squadra dei soccorritori ha dovuto arrendersi al fatto che la barella non entra nella cavità e così è risalita, mentre sono riscesi i disostruttori per allargare ulteriormente i passaggi con le cariche esplosive.

L’infortunio

L’incidente è avvenuto ieri, sabato 4 agosto, quando l’uomo è caduto per una ventina di metri e ha subito un trauma cranico. L’allarme è arrivato intorno alle 16 e il Soccorso Speleologico si è attivato, andando sul posto con l'elicottero della Protezione Civile, i tecnici e una squadra disostruzioni.

Data ultima modifica 05 agosto 2018 ore 22:30

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"