Milano, incendio nel carcere minorile Beccaria: venti intossicati

Foto d'archivio, Fotogramma
1' di lettura

Sarebbero più di venti le persone ad aver subito gli effetti del fumo: le fiamme forse provocate da lenzuola date alle fiamme per protesta. I giovani trasferiti in cortile per valutare l’agibilità dell’edificio

Sono oltre venti le persone intossicate dal fumo dell'incendio che si è sviluppato nel pomeriggio all'interno del carcere minorile 'Beccaria' di Milano, probabilmente a causa di lenzuola date alle fiamme per protesta. Nessuno dei detenuti è in pericolo di vita, quasi tutti sono valutati in codice bianco o verde, ma la situazione non è serena all'interno dell'istituto, in attesa di capire chi deve essere trasportato in ospedale e chi può essere assistito sul posto.

Detenuti trasferiti in cortile

Intanto i giovani detenuti sono stati trasferiti in cortile, in quanto è necessario valutare se l'area dell'edificio invasa dal fumo sia agibile o meno. A quanto si apprende, si sarebbero registrati anche momenti di forte tensione e alcune delle persone coinvolte avrebbero riportato delle contusioni. L'incendio è comunque stato spento e i mezzi dei vigili del fuoco sono rientrati in caserma.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"