Roghi a centraline ferrovia in Trentino: treni cancellati e ritardi

Cronaca
brennero_ferrovia_ansa

Gli accertamenti della polizia ferroviaria hanno costretto alla cancellazione di numerosi convogli sulla linea tra Trento e Mezzocorona. Traffico sospeso per ore. Dalle 6 la circolazione è stata riattivata a senso unico alternato causando ulteriori disagi

Due incendi ad altrettante centraline elettriche ferroviarie  sono stati appiccati nella notte in Trentino. I due roghi riguardato la linea del Verona-Brennero, a Lavis, e quella della Valsugana, a Villazzano di Trento. Il fuoco è stato appiccato tra le 3.30 e le 4, a poche ore  dalla prima giornata dell'adunata nazionale degli alpini, a Trento, che inizia oggi. Sugli episodi, per i quali non ci sono rivendicazioni, indaga la Digos della polizia. 

Disagi per chi viaggia

Pesanti disagi per i viaggiatori. La Polizia Ferroviaria è dovuta intervenire per gli accertamenti e questo ha portato alla cancellazione di una decina di treni. Come ha comunicato Rfi, il traffico ferroviario è stato sospeso attorno alle ore 3.15 fra Trento e Mezzocorona. La circolazione sulla linea del Brennero poco dopo le ore 6 è stata riattivata a senso unico alternato causando però forti ritardi e numerose altre cancellazioni di convogli che quotidianamente vengono usati dai pendolari.

Atti vandalici contro adunata Alpini

I due incendi seguono altri episodi avvenuti nei giorni scorsi in città: due notti fa sono state prese a sassate le vetrine di un negozio che vende prodotti ufficiali dell'adunata e nei giorni precedenti erano comparse su dei muri del centro cittadino delle scritte ingiuriose contro gli alpini. Anche queste senza rivendicazioni. In contemporanea, l'altro ieri, alcuni universitari di Sociologia avevano occupato l'aula studio Rostagno

Cronaca: i più letti