Nepal, alpinista italiano muore scalando una delle vette dell'Himalaya

Cronaca
Il Dhaulagiri in una foto d'archivio
Dhaulagiri-nepal-ansa

Simone La Terra, 36 anni, di Castiglione delle Stiviere (Mantova), era sul Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo. Era un alpinista esperto. Il suo corpo è stato trovato nella neve a 6.100 metri di quota

Un alpinista italiano, Simone La Terra, è morto in Nepal mentre stava scalando il Dhaulagiri, una delle vette più alte dell'Himalaya. L’uomo, che avrebbe compiuto 37 anni il prossimo 7 maggio, era di Castiglione delle Stiviere (Mantova). Era un alpinista esperto e aveva iniziato a conquistare le cime più alte fin dal 2005.

Si trovava sul Dhaulagiri

Si trovava sul Dhaulagiri, la settima montagna più alta del mondo con i suoi 8.167 metri. Di La Terra si erano perse le tracce domenica mattina. Le condizioni meteo erano cambiate all'improvviso e un forte vento ha spazzato via la sua tenda, individuata poco lontano dal Campo 3. Il suo corpo, invece, è stato trovato oggi da una squadra di soccorritori tra la neve, a 6.100 metri di quota. La salma è stata portata al Tribhuvan university teaching hospital di Kathmandu.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24