Truffa a Inps, maxi operazione in Sicilia: 33 misure cautelari

Cronaca
Fotogramma_Inps_720

L’ordinanza è stata eseguita all’alba dai carabinieri e ha raggiunto medici, avvocati, periti e collaboratori di diversi patronati che avrebbero emesso perizie e certificazioni mediche false

Associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, truffa ai danni dell'Inps, falsa perizia e falso in atto pubblico. I Carabinieri hanno eseguito all'alba, nelle province di Messina e Catania, un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di 33 persone, tra cui medici, avvocati, periti e collaboratori di diversi patronati ritenuti responsabili a vario titolo di queste accuse.

Avvisi di garanzia per altri 69 indagati

Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Patti, in provincia di Messina, su richiesta della locale Procura, è figlio di un lavoro di indagine che ha scoperchiato un giro di perizie e certificazioni mediche false utilizzate per truffare l'Inps. Oltre alle 33 misure cautelari eseguite nell'ambito dell'operazione "Pathology", sono stati notificati altri 69 avvisi di garanzia ad altrettanti indagati. 

Cronaca: i più letti