Violenza e intimidazioni a Ostia, si indaga su una lotta tra clan

Cronaca
Ostia_Dda_Ansa

La rottura di una pax tra famiglie criminali e una guerra per gli affari in città. Questa l'ipotesi sulla quale lavorano gli inquirenti che hanno aperto due fascicoli: uno sulla gambizzazione di due persone in una pizzeria, l'altro sulle le intimidazioni agli Spada

Potrebbe esserci la fine della pace tra i clan di Ostia alla base degli ultimi episodi di violenza che si sono verificati nella città. Gli inquirenti hanno aperto due fascicoli: uno sulla gambizzazione di due persone in una pizzeria e uno sugli ultimi due episodi di intimidazione nei confronti di appartenenti alla famiglia Spada avvenuti tra sabato e domenica. Nel frattempo Giuliana Di Pillo, la neo presidente M5S del X Municipio, fa sapere di voler convocare un Consiglio straordinario sulla sicurezza al quale inviterà la sindaca Raggi e il ministro Marco Minniti.

Possibile guerra tra clan

Lo squilibrio nello scenario criminale potrebbe essersi creato all'indomani dell'arresto di Roberto Spada dopo l'aggressione a un giornalista. Sul tavolo dei clan ci sarebbe il predominio su affari come droga, usura, gioco d'azzardo, racket case popolari. Gli inquirenti indagano in particolare sugli episodi di violenza in pizzeria, dove due uomini sono stati colpiti da colpi di arma da fuoco, e sugli spari contro la porta di casa di Silvano Spada, cugino di Roberto (in carcere dopo avere aggredito il giornalista) ed i calci e pugni sferrati da ignoti verso il portone d'ingresso dell'abitazione del fratello di Silvano. In questo caso, la Direzione distrettuale antimafia procede per minacce e danneggiamento.

L'invito di Di Pillo a Raggi e Minniti

In questo contesto difficile, la neo presidente Giuliana Di Pillo ha fatto sapere che nel mese di dicembre, durante il primo Consiglio utile del municipio X, quello di Ostia - appena uscito da due anni di commissariamento per infiltrazioni criminali - ci sarà una seduta straordinaria sulla sicurezza. L'intenzione è quella invitare anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, i rappresentanti delle forze dell'ordine, il prefetto Paola Basilone e il ministro dell'Interno Marco Minniti.

Di Pillo: "Non ho paura"

In un'intervista rilasciata al quotidiano La Stampa, Giuliana Di Pillo ha parlato della situazione che da neo presidente del municipio X di Roma si trova ad affrontare: "Non ho paura - dice dopo le violenze a Ostia - sapevo a cosa andavo incontro. Il mio municipio viene da due anni di commissariamento per mafia, ma mi sono messa in gioco perché ci credo. Ci sono -prosegue - tante realtà positive da dove si può ripartire, come i giovani. Puntiamo sulle scuole e sullo sport, costruendo playground e uno skate park, proprio nei quartieri più difficili. Dietro la palestra degli Spada, dove è stato aggredito il giornalista Rai, ci sono dei campi di calcio abbandonati. Lì è in progetto da anni la costruzione di una parrocchia e - promette - sarà mia cura sbloccare la situazione". 

Cronaca: i più letti