Addestratore aggredito da cane e morto, spunta l'ipotesi malore

Cronaca

E' accaduto nel Torinese. La vittima è un 26enne di Rivoli. L'animale gli era stato affidato da un amico. La Procura di Ivrea ha aperto un'inchiesta

L'aggressione di un cane che gli era stato affidato, ma anche un malore. Non è ancora chiara la causa del decesso di un giovane addestratore di cani trovato morto nella tarda serata di ieri in un terreno recintato tra Monteu da Po e Cavagnolo, nel Torinese. L'uomo aveva profonde ferite a testa, collo, polpacci, coscia e braccia. Quando i soccorritori sono intervenuti, l'addestratore era già morto. La salma è stata portata all'obitorio dell'ospedale di Chivasso, dove verrà eseguita l'autopsia.  

Aperta un'inchiesta

La vittima, Davide Lo Bue, aveva 26 anni e viveva a Rivoli (Torino). A dare l'allarme un vicino di casa del ragazzo che aveva sentito abbaiare il cane. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cavagnolo, i vigili del fuoco di Chivasso e medici della Croce Rossa. Su disposizione del servizio veterinario, il cane è stato affidato a un canile di Settimo Torinese. Le indagini sono coordinate dal pm Daniele Iavarone della Procura di Ivrea e condotte dai carabinieri di Chivasso. Sembra che il proprietario del cane, un 28enne, si fosse recato in Lombardia per assistere a un concerto.

L'ipotesi malore

Ucciso da un malore e assalito successivamente dal bull terrier? Non lo escludono gli investigatori dopo il primo esame del medico legale sul corpo del 26enne. La soluzione del caso è quindi rimandata agli esiti dell'autopsia, prevista probabilmente già domani.

Cronaca: i più letti