Bergamo, si schianta in auto e fugge lasciando due amici che muoiono

Cronaca
Ansa_carabinieri

Il 24enne, rintracciato dai carabinieri, è stato arrestato. Era alla guida della macchina quando è uscito fuori strada e ha urtato una struttura di cemento. Le due vittime sono entrambe minorenni  

È fuggito dopo che l'auto che guidava si è schiantata contro una struttura in cemento sulla provinciale che collega Palosco con Cividate al Piano, nel Bergamasco, causando la morte di due minori di nazionalità rumena che si trovavano nella vettura con lui. Per questo un 24enne connazionale delle vittime, che nell'incidente ha riportato lievi contusioni per le quali è stato medicato, è stato rintracciato dai Carabinieri di Treviglio, interrogato e portato in carcere per omicidio stradale plurimo e successiva fuga.

I giovani coinvolti

L'incidente stradale è avvenuto nel tardo pomeriggio dell'1 novembre e sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. Oltre ai due ragazzi deceduti, di 14 e 17 anni, nell'accaduto sono rimasti seriamente feriti anche altri due passeggeri dell'auto, anch'essi minorenni e di nazionalità rumena. Sono ancora da accertare i motivi che hanno portato l'auto, di proprietà dei genitori del conducente, ad uscire di strada: tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti un possibile eccesso di velocità.

Momenti di tensione

L'accaduto ha portato a momenti di tensione quando nella serata dell'1 novembre una piccola folla di oltre cento persone si è formata nei presso del luogo dell'incidente. In questo gruppo di conoscenti e amici delle vittime il clima è diventato teso, tanto che in più occasioni diversi di loro sono venuti alle mani e i Carabinieri hanno dovuto dividerli per riportare la calma.

Cronaca: i più letti