Seviziarono un compagno di scuola: due bulli condannati a 8 anni

Cronaca
bullismo-ansa

La decisione del Tribunale di Torino, che ha imposto per i due imputati l'interdizione dai pubblici uffici. La vittima all’epoca dei fatti aveva 16 anni e i due ragazzi qualche anno in più

Due giovani residenti nel Torinese sono stati condannati a 8 anni e 6 mesi di carcere per aver seviziato un loro compagno di scuola. Secondo le accuse, i ragazzi avrebbero spinto la vittima a ubriacarsi e a mangiare escrementi, l’avrebbero molestata con un ombrello e poi costretta ad appartarsi con una prostituta in loro presenza. La sentenza è del Tribunale di Torino che, in base a una prima lettura del dispositivo, ha imposto l'interdizione dai pubblici uffici dei due imputati.

La vittima all’epoca aveva 16 anni

Il ragazzo sottoposto alla serie di violenze all’epoca dei fatti era sedicenne, mentre i suoi due compagni di studi erano di qualche anno più grandi. Tutti e tre frequentavano un istituto professionale nella provincia torinese. Le vessazioni dei due bulli, che hanno sempre respinto le accuse, sarebbero durate quasi due anni.

“Sentenza esemplare”

Uno dei due legali di parte civile, l'avvocata Maria Giovanna Musone, commentando la decisione del tribunale ha parlato di “sentenza esemplare”. I giudici hanno accolto la richiesta del pm Dionigi Tibone. Le accuse nei confronti dei due ragazzi erano stalking, violenze e lesioni. La storia risale al periodo tra il febbraio 2013 e il settembre 2014.

Cronaca: i più letti