Skinheads veneti contro Save the Children, striscione su sede a Milano

Cronaca
Save_the_children_Striscione_Ansa

Il gruppo ha rivendicato l’azione, che sarebbe volta ad attaccare gli interventi svolti dall'organizzazione in favore dei migranti. La Ong replica:"È inaccettabile, la nostra missione resta quella di salvare le vite dei bambini ovunque e comunque"

Save the Children, Save the business”. Sono queste le parole scritte sullo striscione che gli Skinheads veneti hanno appeso sotto la sede di Milano dell'organizzazione. L'azione è stata rivendicata da "Veneto Fronte Skinheads", che con un comunicato stampa ha spiegato che l'azione è legata in particolare agli interventi svolti da Save the Children a favore dei minori migranti: "Questa vera e propria multinazionale della filantropia rientra pienamente nei canoni di quelle organizzazioni 'sospette'". 

La denuncia e la replica di Save the Children

Non si è fatta attendere la denuncia da parte di Save the Children che ha condannato duramente lo striscione. L'Ong ha ribadito il suo impegno per i bambini più vulnerabili. "Quello che è accaduto oggi è inaccettabile ed è solo l'ultimo di una serie di attacchi che stanno arrivando all' Organizzazione. Siamo arrivati al paradosso per cui chi si occupa di salvare vite umane è diventato bersaglio dell'odio e della violenza - ha detto Valerio Neri, direttore generale di Save the Children Italia - La nostra missione resta quella di salvare i bambini in pericolo ovunque e comunque. Nonostante il clima che si è creato sia molto difficile, continueremo a lavorare con ancora maggiore determinazione, portando avanti tutti i nostri progetti per i minori in Italia e nel resto del mondo". 

Cronaca: i più letti