Giornata italiana della statistica, l'Istat celebra i dati

Cronaca
ISTAT

L'evento, giunto alla settima edizione, presenta un fitto calendario di incontri e competizioni per i più giovani. Gli studenti delle superiori gareggiano per le Olimpiadi in materia. Focus sui 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma

Far conoscere il valore dei dati, aumentare la fiducia nell'informazione quantitativa e sostenere il lavoro di tutti gli esperti del settore. Sono questi gli obiettivi dichiarati della Giornata italiana della statistica, organizzata dall'Istat e dalla Società italiana di statistica (Sis) che venerdì 20 ottobre raggiunge la sua settima edizione.

Il calendario di incontri e competizioni

"Sarà un'occasione importante per dare visibilità al sistema statistico nazionale e per sostenere il lavoro di tutti gli statistici, compresi quelli impegnati presso le università e i centri di ricerca", ha spiegato in una nota il presidente dell'Istat, Giorgio Alleva. L'evento coincide con la seconda giornata europea della statistica, promossa da Eurostat "con l'intento di sensibilizzare i cittadini europei sull'importanza delle statistiche ufficiali nella società contemporanea". Per le celebrazioni è prevista una fitta serie di incontri, iniziative e competizioni (che proseguiranno anche nel fine settimana) rivolte ai più giovani in tutta Italia (il programma degli eventi)

Le Olimpiadi di statistica

In particolare, diversi studenti da tutto il paese verranno coinvolti nelle Olimpiade italiane di statistica. I migliori gareggeranno poi alle Olimpiadi europee del 2018, dedicate agli studenti delle scuole superiori. Sempre dedicata agli studenti un'altra iniziativa promossa da Istat e Unicef Italia, in collaborazione con il Miur (Ministero Istruzione, Università e Ricerca) e la Sis: gli studenti di 10 classi delle scuole medie di altrettante città verranno coinvolti nella progettazione del questionario di una nuova indagine sui più giovani che tratterà il tema dell'intercultura. A Cagliari, invece, ci sarà "Cittadini europei 4.0: opportunità e rischi". Ma gli eventi si protrarranno anche nei giorni successivi in diverse città italiane e saranno indirizzati soprattutto ai giovani: il 23 ottobre a Perugia e Napoli; il 24 ad Ancona; il 25 è il turno di Venezia; il 26 a Ravenna, Pisa, Genova e Udine. Chiusura il 27 con diverse iniziative a Milano, Pescara, Firenze e Trieste.

I 60 anni dai Trattati di Roma

Sarà dato particolare risalto alla ricorrenza dei 60 anni trascorsi dalla firma dei Trattati di Roma, il primo passo verso la costituzione dell'Unione europea. L'Istat ha prodotto una ricerca che, partendo da fatti e numeri, racconta l'evoluzione della storia comunitaria in questi sei decenni. Lo studio, che sarà disponibile online il 20 ottobre, è così un modo anche per avvicinare i più giovani a una dimensione europea comune. A questa iniziativa si accompagna inoltre la diffusione della versione in lingua italiana della pubblicazione digitale 'La vita delle donne e degli uomini in Europa', prodotta da Eurostat, nella quale si raccontano i diversi stili di vita dei cittadini europei.

Cronaca: i più letti