Esplosione davanti casa di un operaio, evacuata palazzina nel Milanese

Cronaca
La palazzina in via Dante, a Pioltello (Fotogramma)
pioltello-esplosione-fotogramma

Un ordigno rudimentale è esploso nella notte in uno stabile di Pioltello. Era stato piazzato davanti all’abitazione di un uomo di 45 anni. In corso le indagini per capire il movente e i sopralluoghi per verificare l’agibilità dell’edificio in cui vivono 27 persone

Un piccolo ordigno rudimentale è esploso, nella notte tra lunedì e martedì, davanti alla porta di un’abitazione in una palazzina di Pioltello, nel Milanese. Nella casa, in via Dante, abita un operaio di 45 anni di origini ecuadoriane. Dopo lo scoppio, intorno alle 2, tutti e quattro i piani del condominio sono stati evacuati. Non ci sono feriti.

Indagini per capire movente

I carabinieri stanno ascoltando l’operaio per cercare di ricostruire il possibile movente di quella che viene considerata un’intimidazione. Stanno anche analizzando il materiale dell’ordigno per capire da cosa ero composto. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Pioltello e Cassano d’Adda.

Evacuate 27 persone

Nello stabile vivono 12 famiglie, in tutto 27 persone: alcune sono state ospitate dal parroco, altre dalla protezione civile, altre ancora da amici e parenti. Al momento dello scoppio, nell’appartamento al primo piano c’erano il 45enne e suo figlio di 11 anni. L'esplosione ha divelto porte e finestre di tre dei quattro piani della palazzina e ha distrutto la vetrata della tromba delle scale. La struttura non sembra danneggiata, ma potrebbero esserci stati danni agli impianti tecnologici. Sono in corso i sopralluoghi per valutare se concedere l'agibilità dell'edificio e consentire il rientro delle famiglie nelle loro case.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24