Dottoressa violentata in ambulatorio, arrestato 26enne nel Catanese

Cronaca

È accaduto nella struttura della guardia medica di Trecastagni. L'uomo, residente in città, è stato individuato e fermato. Aveva disattivato il pulsante dell'allarme per evitare che la donna chiamasse i soccorsi

Un dottoressa di turno alla guardia medica di Trecastagni, nel Catanese, è stata aggredita e violentata da un 26enne. Il giovane, un italiano residente nello stesso paese etneo, disoccupato e con piccoli precedenti penali, è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Acireale.

L'uomo aveva disattivato il pulsante dell'allarme

Secondo una prima ricostruzione, il giovane sarebbe entrato nella guardia medica con la scusa di farsi curare. Avrebbe prima iniziato a fare dei complimenti alla donna, che sono diventati sempre più pesanti sino a quando non ha messo a soqquadro l’intera stanza. Sarebbe andato in escandescenze, danneggiando arredi, e poi avrebbe sequestrato e violentato la dottoressa che era in servizio. Per impedire che la donna potesse dare l'allarme, l’uomo avrebbe anche rotto il telefono fisso dell'ufficio e disattivato il pulsante che fa scattare l'emergenza alla sala operativa del 112. La dottoressa sarebbe stata sequestrata nella guardia medica per 2-3 ore nelle quali avrebbe più volte subito violenza. L'allarme è scattato solo quando la donna è riuscita a liberarsi e urlare e un vicino di casa che ha sentito le sue grida ha fatto intervenire le forze dell'ordine. Il responsabile è stato arrestato in flagranza di reato mentre, seminudo, ha tentato di sottrarsi alla cattura da parte di un equipaggio del nucleo radiomobile dei carabinieri della compagnia di Acireale.

L'allarme lanciato da un passante

"L'ho sentita gridare 'aiuto, aiuto' e ho immaginato che cosa stesse accadendo, per questo ho chiamato i carabinieri che sono arrivati subito". Queste le parole del passante, un uomo di 50anni, che abita proprio di fronte la struttura. "Mi sono affacciato dal balcone - ha aggiunto - e ho visto la dottoressa uscire urlando assieme a un uomo. Sono arrivati i carabinieri che hanno soccorso la donna e arrestato l'uomo".

Cronaca: i più letti