Siccità, arriva la pioggia a Roma: l'Acea non riduce l'acqua

Cronaca
LaPresse_Roma_acqua

Le riserve idriche della Capitale riprendono consistenza. Di conseguenza l'azienda ha annunciato che sospenderà il piano di riduzione della pressione che doveva entrare in vigore il 4 settembre

La pioggia salva Roma dal pericolo di riduzione della pressione dell'acqua. Le precipitazioni di questi giorni hanno rimpinguato le riserve idriche della Capitale, spingendo Acea a sospendere per il momento il piano di riduzione della pressione che avrebbe colpito le utenze in circa 90 zone della città. La guardia resta sempre alta, anche a causa dei rientri dalle vacanze e della ripresa delle attività. Senza questa pioggia, l'impennata dei consumi avrebbe potuto mettere in difficoltà la città.

Il ruolo della manutenzione

A ridare fiato alla città sono stati anche gli interventi di manutenzione e monitoraggio della rete idrica, attivati durante il mese di agosto. Questa operazione ha permesso di salvare mille litri di acqua al secondo lungo tutto il sistema di distribuzione urbano dell'acqua. Inoltre, Acea ha anche messo in campo una campagna di comunicazione che ha cercato di spiegare ai romani come ridurre gli sprechi idrici attraverso un vademecum. L'obiettivo: allontanare quanto più possibile il piano di riduzione della pressione idrica. L'azienda aveva previsto infatti che, in caso di emergenza, a partire da lunedì 4 settembre sarebbe scattata la misura d'emergenza dalle 23.30 alle 5 del mattino in alcune zone della città.

Acea non abbassa la guardia

Il piano di riduzione è stato dunque scongiurato da un mix di elementi che vanno dalla sensibilità dei cittadini alla pioggia, passando per l'abbassamento delle temperature. Ma Acea non abbassa la guardia. Dopo mesi di trattative con la Regione e accordi per evitare il razionamento, l'azienda non se la sente di dichiarare la città fuori pericolo. "Bisogna aspettare qualche altro giorno, magari con l'avvio dell'anno scolastico per avere un quadro più chiaro e delineato della situazione - ha spiegato un portavoce dell'azienda - il monitoraggio andrà avanti giorno per giorno".

Cronaca: i più letti