Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

L'Aquila, tensione alla Festa della Perdonanza

Alcuni manifestanti davanti ai loro striscioni
1' di lettura

Nel giorno del tradizionale corteo che celebra la Bolla di Papa Celestino V alcuni manifestanti hanno protestato con slogan e striscioni contro la presenza di alcuni esponenti di governo, tra cui il sottosegretario Gianni Letta. IL VIDEO

Terremoto in Abruzzo: lo speciale

Momenti di tensione a L'Aquila nel giorno della Perdonanza Celestiniana, il tradizionale corteo che celebra la Bolla di Papa Celestino V, quando la polizia ha tentato di rimuove alcuni striscioni di protesta. I cartelli sono stati affissi da una cinquantina di persone aderenti ai comitati cittadini e al "Popolo delle carriole". In uno di questi striscioni, posti lungo corso Federico II, c'era scritto: "Cialente vergogna, Molinari vergogna, Letta vedi di jttene". Gli striscioni, per la ferma opposizione dei comitati, non sono stati rimossi.

Le motivazioni dei manifestanti - A organizzare la protesta alcuni comitati cittadini, tra cui il 3e32 , per protestare contro la presenza di esponenti del governo invitati all'iniziativa. "Il Corteo della Bolla della Perdonanza - si legge nel testo che accompagnava i manifestini - rischia di trasformarsi nell'ennesima passerella mediatica sulla nostra città. Si ha infatti notizia della probabile presenza di esponenti del governo, gli stessi contro cui abbiamo manifestato a Roma, accolti dalle manganellate della Polizia . Gli stessi - si legge ancora - che prima ci hanno colpevolmente tranquillizzati. Gli stessi amici delle cricche che quella notte ridevano sui nostri lutti pensando ai loro soldi". "La presenza di esponenti del governo - si legge ancora - sarebbe una provocazione per tutta la città che reagirebbe al grido alle 3e32 io non ridevo". Per questo motivo i Comitati invitano tutti i cittadini "che hanno perso molto con il terremoto, ma non la dignità e il rispetto per sé stessi, a essere presenti al Corteo della Bolla per fare sentire forte la voce di dissenso contro chi la propria dignità l'ha venduta da tempo al miglior offerente".

Cialente: "Governo sempre presente alla Perdonanza" - "Il governo è stato sempre rappresentato al corteo della Perdonanza, da 30 anni c'è sempre stato un suo esponente al fianco di Regione e Province abruzzesi". Lo ha detto invece il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, rispondendo ai contestatori che gli hanno rimproverato di aver invitato il governo dopo gli incidenti di Roma quando i manifestanti aquilani furono manganellati in via del Corso.

Letta: "Spero che Berlusconi torni presto a L'Aquila"
- "E' il giorno della Perdonanza". Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ha risposto alla domanda dei giornalisti sulla protesta dei comitati cittadini dell'Aquila. Letta è giunto in Piazza Duomo all'Aquila attraverso un percorso secondario proprio per evitare il "popolo delle carriole". Sul futuro dell'Aquila Letta ha detto: "Il futuro è pari alla sua tradizione e alla sua storia. Il futuro che merita è che gli aquilani sapranno ritrovare, ricostruire e riconquistare". Sul ritorno di Berlusconi all'Aquila il sottosegretario ha detto: "Spero presto".

Guarda il video:



Leggi tutto
Prossimo articolo