Caccia di casa moglie con figlia 11 mesi

Calabria
@ANSA
aabf63a337d405ddff1b8c7f1038845d

Donna era stata prima aggredita, soccorsa con bimba da polizia

(ANSA) - LAMEZIA TERME (CATANZARO), 18 GEN - Ha aggredito la moglie, poi l'ha cacciata di casa insieme alla figlia di appena 11 mesi. Un 32enne di origine marocchina è stato così arrestato per maltrattamenti in famiglia dagli agenti del Commissariato di Lamezia Terme della Polizia di Stato. Gli agenti sono intervenuti dopo una richiesta di soccorso ed hanno trovato la donna - anche lei di origine marocchina - con la figlia in braccio, al freddo, riparata sotto la tettoia di un supermercato. La donna e la piccole sono soccorse da un'ambulanza e portate in ospedale. Andati a casa, gli agenti hanno trovato l'uomo che dormiva a letto e avvertito un forte odore di alcool. Applicando il protocollo operativo Eva, predisposto dalla Polizia a tutela delle vittime di violenze familiari, l'uomo è stato arrestato. Gli agenti hanno infatti accertato che la donna aveva più volte denunciato i comportamenti violenti dell'uomo che in passato l'aveva anche minacciata con una mannaia e le aveva rotto il naso con un pugno.
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.