Cane grave in fosso, ripreso grazie Enpa

Calabria
@ANSA
7982e2ab3ce48c96c9dae0e8b474c40c

Era stato trovato da tre ragazzi, ente si è fatto carico spese

(ANSA) - CATANZARO, 24 NOV - Lo avevano trovato tre ragazzi in un fosso profondo tre metri, a Motta Santa Lucia, nel Catanzarese. Lo avevano soccorso e caricato con una barella improvvisata, affidandolo alle cure di un veterinario. Le condizioni di Ares, un cucciolo fantasia di pochi mesi, apparivano però disperate. Il cane era magrissimo e infestato dai parassiti. Presentava inoltre una frattura del cranio, un forte trauma della spina dorsale e un danno neurologico. E invece la voglia di vivere di Ares ha prevalso su tutto. "A fare la differenza - afferma l'Enpa in una nota - non è stata soltanto la professionalità della veterinaria che lo ha avuto in cura, ma anche l'intervento dell'Ente nazionale protezione animali. Grazie al progetto 'Rete Solidale' di cui è responsabile Paola Tintori, Enpa si è fatta carico del cucciolo coprendo tutte le spese medico-veterinarie e di degenza e trovandogli una sistemazione non appena le sue condizioni lo avessero consentito. E alla fine Ares ce l'ha fatta".
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24